Aversa. Moderati ‘ricattati’ dal sindaco Golia

“Ultimamente la compagine politica dei Moderati è stata più volte tirata in ballo, talvolta come essere una fronda contro le attività commerciali, talvolta come gruppo che avrebbe avanzato richieste di chissà che cosa al sindaco rischiando di far precipitare a causa di pressioni incomprensibili la città in dissesto. Nulla di più falso”. A dirlo, tramite nota stampa, la consigliera comunale del gruppo Moderati Olga Diana.

“In primis noi saremo sempre al fianco degli operatori commerciali e dei cittadini, naturalmente nel rispetto delle leggi e dei regolamenti senza mai prenderli in giro e senza mai paventare false o fantasiose soluzioni ad personam o addirittura impraticabili. Così come mai abbiamo fatto richieste personali al Sindaco, piuttosto da tempo abbiamo manifestato anche a mezzo documenti ufficiali protocollati (0001133 del 09.01.2023) la mancata condivisione dell’azione politico amministrativa. Le poltrone non ci interessano: né adesso, né ci hanno mai interessato, anzi abbiamo sempre fatto passi indietro o di lato per favorire la stabilità della maggioranza, non abbiamo interessi personali da preservare né rendite di posizione da tutelare, abbiamo a cuore solo la Città”.

“Ancora oggi attendiamo dal Sindaco l’esito di un incontro chiarificatorio sull’agire amministrativo avuto il 02 Marzo, ci fu riferito che avrebbe dovuto ascoltare i singoli gruppi, ad oggi l’unico argomento ascoltato (letto) è che ci sono crisi dei singoli e che chi non vota il riequilibrio è responsabile del dissesto. Non ci piace il ‘giochetto’ di voler addossare così al gruppo dei Moderati un eventuale dissesto finanziario, questo tentativo di volerci obbligare ad un eventuale voto con il peso della responsabilità è davvero imbarazzante. Sono altre le prassi della politica e del sano e costruttivo confronto, che immaginiamo”.

“Ancora una volta come da prassi consolidata, siamo chiamati a deliberare all’ultimo minuto utile su provvedimenti importanti e fondamentali per la città, dopo 15 giorni di silenzio, indifferenza rispetto ad un gruppo di maggioranza che da mesi chiede condivisione su attività amministrative, in caso di dissesto di chi sarebbe la colpa di questa tempistica? Di chi sarebbe la responsabilità? Dei Moderati? Non Crediamo proprio”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 94501 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!