Il ‘Big Cinema’ chiude

Marcianise e il Casertano devono dire addio al Big Maxi Cinema. La conferma di chiusura è arrivata nel corso di un incontro tra i proprietari del multisala – il gruppo Stella – e la Uilcom, sindacato che rappresenta i 12 lavoratori.

Dopo circa 20 anni di attività, il 28 febbraio si chiuderanno per sempre i cancelli dei locali che hanno ospitato il Big. Scaduto il contratto con la Lucisano – Stella Film, la proprietà ha ceduto i locali ad un’azienda alimentare

LA STORIA

Il Big ha vissuto il suo periodo d’oro dal 2000 al 2015. Negli ultimi anni si era passati da 13 a 7 sale. Tra momentanee chiusure e la pandemia, poi l’esplosione delle piattaforme streaming: le poltrone si sono svuotate.

Il contratto di locazione della struttura sita in zona Asi, sarebbe scaduto lo scorso 31 dicembre e non c’è stato rinnovato. L’ultima proiezione è in programma il 28 febbraio, poi si procederà con lo sgombero dei locali.

Uilcom: “No ai licenziamenti”

“Mi sono immediatamente adoperato – spiega il segretario generale della Campania Massimo Taglialatela – dopo aver appreso che per i dipendenti non c’erano solo problemi generali di mansioni, cambi turno e ruoli, bensì qualcosa di molto più importante e urgente. L’azienda purtroppo non ha risposto subito. Ho chiesto quindi un incontro, avvenuto solo ieri, dove ci hanno detto che lo scorso 31 dicembre è scaduto il contratto di fitto della sede e che si dovranno lasciare i locali entro marzo. C’è stato dunque un clamoroso ritardo sulla comunicazione della procedura. Ora però bisogna fare fronte comune per trovare un’alternativa ai dodici lavoratori, perché il licenziamento non è contemplato. I cinema già soffrivano prima della pandemia e i numeri sono crollati. Ma ciò non toglie che bisogna trovare soluzioni e strade per i dipendenti. Nei prossimi giorni sarà sicuramente aperta ufficialmente la proceduta di licenziamento. Dobbiamo quindi coinvolgere tutte le istituzioni, a partire dal Comune di Marcianise (oggi commissariato, ndr) e dalla Regione Campania. I dipendenti devono essere quantomeno assorbiti negli altri cinema di proprietà del gruppo (a Napoli ed Afragola). È una strada lunga e difficile”.

Qualche settimana fa, un’altra chiusura che ha scosso il Casertano: a San Tammaro, ha detto ‘basta’ anche lo storico Drive-In (leggi qui).

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 93604 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!