Sport e traumi articolari: i consigli utili

Fare sport è essenziale per il benessere psico-fisico, sono molteplici i benefici che si possono ottenere sia per il corpo appunto che per la mente. Ci possono, però, essere dei casi in cui, appoggiando il piede in maniera sbagliata o comunque commettendo qualche piccolo errore nel movimento, si corre il rischio di cadere o di farsi male.

I traumi articolari, lievi o gravi che siano, sono all’ordine del giorno e possono verificarsi anche per una mera distrazione o uno sforzo eccessivo. Si può comunque riuscire a riprendersi immediatamente limitando l’infiammazione o i dolori attraverso il trattamento topico.

Dicloreum, trattamenti locali in caso di traumi articolari, risulta uno dei migliori farmaci da preferire qualora si avvertano dolori legati ai movimenti o connessi all’esercizio della pratica sportiva. Perfetto per riuscire a trattare, appunto, localmente eventuali infiammazioni, riducendo nell’immediato qualsiasi fastidio. Questo, inoltre, consente di poter riprendere a fare sport con la stessa intensità di prima, e ottenere così benefici unici.

Cosa si intende per trauma articolare?

I traumi articolari sono dei malfunzionamenti delle articolazioni, causati da un qualche specifico stress, che provocano infiammazioni e fastidi e impediscono l’esecuzione dei movimenti. Si tratta dell’incubo di ogni sportivo, perché non si ha l’opportunità di potersi muovere al meglio, e alcuni sono costretti a stop forzati che impediscono di continuare ad allenarsi. Il trattamento topico risulta il più valido, non solo dal punto di vista della riduzione del dolore, ma anche per riuscire a riprendersi il prima possibile riducendo le infiammazioni e riprendendo in mano la propria vita. Spesso basta una piccola distorsione della caviglia per impedire anche solo lo svolgimento di alcune attività quotidiane, come andare al lavoro o svolgere le faccende domestiche. Per porre rimedio a questo fastidio bastano alcuni giorni di stop con l’uso di antinfiammatori che riescono a sistemare la zona colpita dai dolori e consentono di riprendere il proprio benessere e le vecchie abitudini nell’immediato.

Le zone più colpite dai traumi

Per quanto riguarda le parti del corpo che, praticando sport, tendono ad essere quelle più colpite dai traumi, ci sono senza dubbio le caviglie e i polsi, le parti mobili che purtroppo sono maggiormente soggette a lussazioni, contusioni o comunque dolori. Inoltre, una conseguenza diretta del trauma può essere il gonfiore, che tende a far diminuire ancor di più la possibilità di svolgere movimenti liberamente. Per risolvere il problema, sia pomate antinfiammatorie che rinfrescanti e lenitive permettono di ridurre i dolori e lavorare sulle articolazioni, affinché riescano a riprendere presto la mobilità senza troppe difficoltà. In ogni caso, è essenziale in primis l’uso attraverso l’assunzione o l’applicazione di pomate e medicine, ma anche la graduale ripresa del movimento che consente di ripristinare i corretti legami e rafforzare i muscoli. Limitando il dolore, infatti, si può riprendere i movimenti con calma e facendo sempre attenzione a non eseguire movimenti bruschi o sforzi.

Conclusioni

Per limitare gli effetti di dolori reumatici e articolari, solo l’assunzione di antinfiammatori funzionali alla riduzione del dolore e della contusione sembra essere la soluzione più veloce e funzionale alla ripresa. La stessa consente di limitare i dolori articolari, permettendo a chi ne soffre di poter adempiere ai propri impegni quotidiani. Praticare sport costantemente e nel modo corretto per le proprie capacità permette di rafforzare i propri muscoli e le articolazioni per aumentare le proprie performance e migliorare il rendimento.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 92046 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!