Sempre più numerosi i giochi di carte disponibili anche online

Giocare a carte è una di quelle tradizioni popolari che fanno parte di tutte le famiglie italiane, da nord a sud, senza distinzioni. Chi più, chi meno, tutti abbiamo giocato una partita a briscola, a scopa o a tresette.

Che sia stato al mare o al bar della piazza, a Natale o a Ferragosto, le occasioni per giocare con qualche amico non mancano mai.

E il fascino del gioco, nell’accezione meno popolare e più da casinò, lo troviamo con i giochi di carte protagonisti anche di diversi film. Ocean’s Eleven, Paura e delirio a Las Vegas, Casino Royal e The Hangover per citarne alcuni. Sono tutte pellicole nelle quali poker e blackjack fanno la parte dei coprotagonisti silenziosi, ma sempre presenti.

Tornando nella nostra penisola, dove poker e blackjack devono lasciare spazio a Burraco e Sette e Mezzo, non potevamo farci sfuggire le versioni online dei giochi di carte più famosi. Ormai tutti i concessionari che si rispettino hanno una sezione dedicata solo ai giochi di carte, e su Snai esiste inoltre un bonus casino dedicato proprio ai giochi di carte.

Quali possiamo trovare? Praticamente tutti. Con l’unica differenza, rispetto al gioco sotto l’ombrellone, che qui possiamo puntare a vincere soldi veri. Ad esempio, partecipando a tornei o singole partite, contro altri utenti o contro un dealer virtuale, accumulando punti bonus, ecc.

Vediamone allora qualcuno tra quelli più famosi.

Rubamazzo online

Conosciuto anche come Rubamazzetto, è tanto semplice quanto divertente, ed è uno dei primi giochi che si imparano da bambini. La sua origine sembra risalire addirittura al 1300 d.C., sviluppato nel mondo arabo con la comparsa delle prime carte da gioco.

Le regole sono semplici: si distribuiscono 3 carte per ciascun giocatore e se ne lasciano 4 scoperte al centro del tavolo (come per il gioco della Scopa). Ad ogni turno un giocatore può giocare una carta dalla propria mano per prenderne una uguale presente sul tavolo (se non ha carte da prendere deve giocarne una lasciandola scoperta insieme alle altre). Se il giocatore prende una carta dal tavolo deve riporla in cima al proprio mazzo delle prese a testa in su, ben visibile.

Questo serve per attivare la parte divertente del gioco, ovvero il rubamazzo. Se un giocatore ha una carta dello stesso valore di quella presente in cima al mazzo avversario, può giocarla “rubando il mazzo” e ponendolo tra le sue catture. Il gioco prosegue distribuendo altre tre carte ciascuno al termine della prima mano e si prosegue finché tutte le 40 carte sono terminate. Infine, si conta il punteggio, dove semplicemente vince chi ha più carte nel proprio mazzo delle catture.

Burraco online

Il Burraco è forse il gioco più giocato in Italia, con circa tre milioni di giocatori secondo alcune statistiche. Esistono tornei dedicati, club, associazioni e ovviamente infinite versioni online. Eppure, la sua origine non è italiana, ma nasce in Uruguay negli anni ‘40 del 1900. Arriverà nel bel paese solo nella prima metà degli anni Ottanta, con una rapida diffusione che parte dalla Puglia e arriva in ogni angolo.

Le regole del Burraco non sono semplici da spiegare in poche righe, ma una volta apprese capirete perché si tratta di un gioco così apprezzato. Partiamo dalla preparazione: si gioca con due mazzi di carte francesi + 2 jolly per un totale di 108 carte. Prima di iniziare il gioco si creano due “pozzetti”, cioè due riserve, composti da 11 carte ognuno. Questi vanno messi da parte poiché serviranno in una seconda fase del gioco.

Poi si distribuiscono le carte: 11 ciascuno in senso orario. Le restanti si lasciano coperte al centro del tavolo, con una sola scoperta ad indicare il mazzo degli scarti. Ora arriva il gioco, che è diviso in tre fasi per ciascun giocatore: nella prima il giocatore di turno deve scegliere se pescare una carta dal mazzo principale o prendere tutte le carte dal mazzo degli scarti; nella seconda scegliere se calare una combinazione di carte e/o legare qualche carta a una combinazione già esistente; la terza fase consiste nello scartare una carta e quindi passare il turno.

Per calare una combinazione occorre realizzare una scala di 3 o più carte dello stesso seme oppure 3 o più carte dello stesso valore. Per realizzare ciò si possono utilizzare jolly e “pinelle”, cioè la carta numero 2 che ha anche il valore di jolly. Chiude la partita chi riesce a giocare tutte le carte in mano, non prima però di aver fatto un “Burraco” (cioè aver calato una combinazione di almeno 7 carte) e preso il “pozzetto”. Il pozzetto si prende calando la prima mano di carte che ci è stata distribuita.

A fine chiusura si contano i punti, che vanno da un minimo di 5 fino a 200 in base alle carte e alle combinazioni calate. Il giocatore che arriva per primo al totale di 2005 punti ha vinto la partita.

Bestia online

Chiudiamo con la Bestia, gioco di origine francese che ha l’obiettivo di “mandare in bestia” l’avversario facendogli pagare la puntata più alta. Si gioca con un mazzo di carte italiane da 40. Per prima cosa si estrae una carta che stabilisce qual è il seme regnante, cioè la “briscola”. Poi si distribuiscono 3 carte ciascuno in senso antiorario. Prima di passare al gioco vero e proprio i giocatori possono decidere se partecipare o meno alla fase successiva (un po’ come nel poker).

Nella fase di gioco il primo giocatore, quello alla destra del mazziere, gioca la prima carta alla quale tutti gli altri dovranno rispondere con una carta dello stesso seme. Chi ne è sprovvisto può giocare una briscola. Alla fine del giro, chi ha buttato la carta o la briscola con il valore più alto prende la prima mano. Si continua così per tutte e tre le carte distribuite.

Alla fine, si distribuisce la posta in gioco, che verrà divisa in tre parti uguali, una per ogni mano presa dai giocatori. Chi non ha preso neanche una mano è costretto a pagare tutto il montepremi iniziale, andando in bestia.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 92046 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!