“Toc, toc: C’è un errore in bolletta”: così i rincari aguzzano l’ingegno dei truffatori

I rincari delle bollette ingolosiscono e aguzzano l’ingegno dei truffatori. Gli aumenti “esorbitanti dei costi dell’energia sono un dramma per le famiglie e per i pensionati, a partire da quelli che vivono con il trattamento minimo. Non solo le bollette sono raddoppiate rispetto all’anno scorso, ma questo contesto di aumenti importanti è terreno facile per chi approfitta della buona fede delle persone anziane, suonando il campanello adducendo ad errori nelle bollette solo per far firmare contratti e far cambiare gestore ai malcapitati”, racconta il segretario della Cisl Fnp di Treviso Belluno, Franco Marcuzzo.

“Segnalazioni di questo tipo sono in aumento in questo periodo”. E così è nata l’idea di organizzare un incontro per informare e mettere in guardia i pensionati riguardo a questo tipo di rischi, “perché sono sempre più numerosi i casi che ci vengono segnalati di venditori porta a porta di fantomatiche società”.

‘FENOMENO’ IN CRESCITA A TREVISO-BELLUNO, E LA CISL ORGANIZZA UNA ‘CORSO’ PER DIFENDERSI

Domani quindi, alle 20.30 Cisl Fnp con Adiconsum Treviso Belluno e il patrocinio del Comune di San Biagio di Callalta organizza nella sala polivalente di San Biagio (via II Giugno, 35, adiacente alla biblioteca) un incontro pubblico su “Come leggere la bolletta e orientarsi nella scelta dell’operatore. Come difendersi dalle truffe telefoniche e del ‘catalogo’”; interverrà Stefano Bellotto, presidente di Adiconsum Treviso Belluno. Verrà spiegato che attenzioni avere nel momento in cui si sottoscrive un contratto per la fornitura di energia elettrica; quando finirà il mercato tutelato; come reclamare contro costi addebitati nella fattura della luce relative a consumi esorbitanti rispetto a quelli abituali; come contestare un contratto assunto in maniera truffaldina attraverso call center di piccole società fornitrici di energia.

NEGLI ULTIMI 3 ANNI 30 FAMIGLIE AIUTATE A USCIRE DALLE TRUFFE

La serata organizzata dalla Cisl affronterà poi anche il tema dei reclami nei confronti degli operatori telefonici per costi di recesso, scarsa velocità di connessione e rate residue del modem. Verrà infine illustrato nel dettaglio come avviene la cosiddetta truffa del catalogo, ovvero la sottoscrizione di contratti che vincolano fino a 10.000 euro persone giovani e meno giovani che, convinte di aver aderito ad un programma di scontistica, si trovano in realtà ad aver sottoscritto un contratto. “Adiconsum Treviso Belluno- sottolinea il responsabile Bellotto- negli ultimi tre anni ha supportato più di 30 famiglie nell’uscire da quella che è una vera e propria truffa”.

(Dire)

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 90290 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!