Elettra Lamborghini rompe il silenzio sulla sorella Ginevra al Gf Vip

Elettra Lamborghini, per la prima volta, rompe il silenzio sulla partecipazione della sorella Ginevra al Gf Vip 7, che l’ha tirata in ballo più volte sin dalla prima puntata del reality. Una scelta che, secondo quanto spiega la cantante, viola l’accordo arrivato tramite avvocati di tenere fuori la questione del litigio tra le due.

UN MESE PRIMA DEL GF VIP L’ACCORDO A NON CITARE IL RAPPORTO TRA SORELLE

Un mese prima della partenza del programma, Elettra aveva inviato una diffida “chiedendole di astenersi dal parlare di me”. Ginevra, al tempo, aveva avuto “una reazione positiva” dicendo “che non avrebbe toccato l’argomento perché non interessata”.

Sin dalla sua clip di presentazione al Gf, però, Ginevra ha citato la sorella e ora Elettra “oltre che a cadere dal pero” rimane “senza parole”. Per questo, dopo la seconda puntata è arrivata la seconda diffida, quella di “richiamo”.

ELETTRA: “IL BENE LO SI DIMOSTRA IN MANIERA DIFFERENTE. QUESTO SOLO SPETTACOLO TRISTE”

“Un teatrino”, “uno spettacolo triste”: così Elettra definisce l’operazione della sorella al Gf e dice: “Visto quello di cui si è parlato già dalla prima puntata con tanto di immagini da me non approvate, immagino che l’obiettivo non sia riappacificarsi ma sia un altro. Il silenzio spesso vale più di mille parole. Non parlerò ulteriormente di questo teatrino“.

E su questo punto aggiunge: “Lavoro in televisione da anni e non penso che sia il luogo dove parlerne, tutto il resto è gossip…o in questo caso uno spettacolo triste”. Non ci sta Elettra e continua: “Il bene e il rispetto lo si può manifestare in maniere differenti, se avessi voluto essere cattiva avrei potuto tranquillamente far uscire dichiarazioni e parlare durante tutti questi anni ma non l’ho mai fatto…non è nella mia persona. Al contrario-spiega- andare in televisione e mettermi in cattiva luce non penso sia rispettoso nei miei confronti (né nei confronti della mia famiglia che indirettamente è coinvolta) e non penso nemmeno di meritarmelo dopo tutto quello che ho subito”.

“LA LETTERA UNA BUGIA”

“Detto ciò- scrive ancora Elettra- tra le altre bugie, non ho mai ricevuto alcuna lettera personale da parte sua, oltre a quella che ha inviato al mio legale in risposta alla mia prima diffida…ma se l’avessi ricevuta sicuramente l’avrei letta. I modi sono sempre stati altri, forse ragione per la quale ad oggi non ci sia stato alcun chiarimento“. Ginevra ha raccontato di essere stata bloccata dalla sorella, sul telefono e sui social.

In conclusione, Elettra conferma quello che sicuramente sarà il prossimo passo: “Non ho più niente da dire riguardo alla questione, dormite tranquilli se pensate che andrò lì a fare lo show”. Insomma, non aspettatevi un confronto televisivo.

(Dire)

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 92205 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!