Servizio rifiuti a Cesa: ancora disagi e ombre

“Gli incontri e gli annunci non hanno prodotto risultati. Ancora una volta si sono registrate inefficienze e inadempienze nella raccolta rifiuti. In molte zone, in particolar modo in quelle periferiche, la situazione ha raggiunto il limite dell’indecenza”. A dirlo, in una nota, il gruppo di opposizione Uniti per Cesa guidato da Amelia Bortone, Ernesto Ferrante, Carmine Alma e Paola Verde.

“L’isola ecologica,sempre più stracolma, è stata chiusa per quasi tutta la giornata di ieri. Alcuni operai non hanno ancora ricevuto le spettanze dovute per il lavoro svolto (a proposito: ma qual è il criterio di preferenza?) e i tre lavoratori del CUB aventi diritto all’assunzione in forza della legge regionale 14/2016 non sono ancora stati assunti. L’organico continua ad essere sottodimensionato, il capitolato viene rispettato solo parzialmente e non viene applicata la rotazione degli stagionali. Un disastro a cui potrebbe presto aggiungersene un altro”.

“Ci risulta infatti che la GPN ha ceduto il ramo di azienda “avente ad oggetto l’intero complesso produttivo e funzionale all’esercizio del servizio integrato di raccolta e trasporto rifiuti presso i Comuni di Cesa, Orta, Ottaviano e Quarto” ad un’altra ditta (la DM Technology S.r.l) con subentro a partire dal giorno 01.09.2022 “nei contratti di lavoro subordinato e a tempo indeterminato”. L’Amministrazione Comunale, in qualità di organo di controllo e vigilanza, ha il dovere di intervenire affinché venga rispettato il CCNL di categoria ed il relativo CSA di Appalto, nel rispetto dei diritti dei lavoratori e della corretta applicazione della legge. Vogliamo sperare che nessuno creda di fare il furbo”.

“Alterare la platea del personale destinato ai servizi d’igiene urbana, immettendo ulteriori unità nel ciclo integrato dei rifiuti, in violazione delle norme in vigore, crea un danno erariale alle casse comunali nonché disagio esistenziale alle unità dipendenti del CUB, aventi diritto e priorità di collocazione al lavoro sul territorio nel settore dei rifiuti. Come gruppo politico di opposizione, vigileremo attentamente sulla corretta osservanza del capitolato e della legge regionale, a tutela dei lavoratori che hanno diritto di occupare quei posti e dei cittadini di Cesa, sui quali ricadrebbe il peso dei disservizi e di eventuali controverse giudiziarie”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 90565 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!