Pelle secca: come prevenire e rimediare

Riconoscere la pelle secca non è difficile: essa, infatti, appare come ruvida e testa, oltre che pallida e opaca. Nella maggior parte dei casi, la pelle secca si nota all’inizio sugli avambracci, sulle mani, sui gomiti, sui talloni e sugli stinchi: si tratta, infatti, di zone del corpo che hanno un numero ridotto di ghiandole sebacee. La disidratazione della pelle è il primo segno di una pelle secca, che è tesa e ruvida; al tempo stesso essa risulta sensibile e fragile, mentre la colorazione della carnagione tende verso il grigiastro e l’opaco.

Perché si soffre di pelle secca

Come noto, l’organismo umano è formato da acqua per il 60%; di conseguenza per la salute è molto importante un equilibrio idrico che funzioni alla perfezione. Lo scopo della pelle è, fra l’altro, quello di proteggere il corpo dall’ingresso di allergeni pericolosi e di agenti patogeni potenzialmente dannosi; ma essa serve anche a prevenire la disidratazione, vale a dire una perdita eccessiva di acqua. Quando è sana, la pelle è formata da un film di lipidi di spessore ridotto: in pratica, acqua e grassi naturali. Qualora lo stato protettivo della pelle risulti, per qualche motivo, non intatto, si verifica la cosiddetta perdita di acqua transepidermica, cioè la perdita di acqua attraverso la pelle; la conseguenza è, appunto, che la pelle si secca.

I fattori idratanti naturali

La pelle è oggetto di un processo di rinnovamento continuo, nel corso del quale si formano anche quelli che vengono definiti fattori idratanti naturali. Il loro compito è quello di garantire che l’epidermide, vale a dire lo strato superiore della pelle, resti elastico. A mano a mano che gli anni passano, si riduce la concentrazione di tali fattori nella pelle. La conseguenza è rappresentata da uno sbilanciamento della barriera pelle lipidi; per altro, se il rischio di secchezza aumenta, cresce anche la probabilità che compaiano delle patologie cutanee associate. Ecco spiegato il motivo per il quale è opportuno garantire la necessaria idratazione utilizzando tutti i giorni una crema per pelle secca.

Alle origini della pelle secca

La pelle secca può essere causata, fra l’altro, da stati di tensione psicologica e stress, ma anche da abitudini sbagliate a livello di igiene personale (che può essere scarsa o al contrario eccessiva). Altre potenziali cause vanno individuate in specifiche condizioni climatiche come la scarsa umidità, il sole e il freddo. Ancora, possono essere coinvolti dei cambiamenti ormonali, come quelli che si verificano in gravidanza, e malattie quali l’ipotiroidismo e il diabete mellito. La pelle può diventare secca anche per colpa del frequente contatto con prodotti chimici, disinfettanti e detergenti: è quel che accade alle persone che lavorano come addetti alle pulizie, come infermieri, come medici, come parrucchieri, e così via. Ancora, è opportuno indicare in questa rassegna cattive abitudini errate come il fumo, un regime alimentare non equilibrato o una carenza di idratazione: tutto ciò concorre a causare la pelle secca, come pure la tendenza a indossare le calze compressive.

I rimedi contro la pelle secca

Come si è accennato, quando la pelle è secca non è più in grado di proteggere il corpo come necessario. Nel caso in cui lo sbilanciamento di tale funzione protettiva si protragga nel corso del tempo, si possono manifestare delle infiammazioni o comunque delle irritazioni che colpiscono la pelle. Proprio per questa ragione è di fondamentale importanza riuscire a identificare il prima possibile i sintomi della secchezza cutanea, così da riuscire a supportare la rigenerazione della pelle. Serve, quindi, una crema apposita da usare tutti i giorni. Inoltre, vale la pena di provare a riflettere per capire se sono state compiute delle azioni sbagliate: non è per forza una questione di stress o di stile di vita sregolato, ma anche semplicemente di usare un prodotto sbagliato, come per esempio un gel doccia che potrebbe compromettere lo strato protettivo della pelle.

Come migliorare il benessere della pelle

Bere tanta acqua è di sicuro un consiglio utile per far sentire la pelle meglio; in genere è consigliabile bere un litro e mezzo al giorno, ma in estate conviene aggiungere mezzo litro. La pelle, inoltre, deve essere protetta dai raggi UV, che non solo la fanno invecchiare e aumentano il rischio di melanoma, ma rendono la cute più secca. Di conseguenza, è auspicabile evitare la luce del sole diretta.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 89217 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!