Elezioni, a Milano sfida Renzi-Berlusconi o passaggio di testimone?

Da Berlusconi a Renzi: dopo un lungo ‘corteggiamento’, i due leader dei moderati si trovano faccia a faccia in campagna elettorale. E Renzi propone una sfida, che sa di staffetta.

Tra Renzi e Berlusconi c’è stata sempre stima reciproca. Quando il fiorentino era in corsa per la segreteria del Pd, fece scalpore una sua visita ad Arcore, dove ricevette i consigli del leader di Forza Italia.

Lo stesso Berlusconi nel 2016, poco prima del referendum che vide Renzi sconfitto, espresse nei suoi confronti parole di stima, “è l’unico leader in giro”, ma precisò che non lo considerava ancora un suo erede. Che la sfida per le politiche 2022 segni il passaggio del testimone?

RENZI: “IO CONTRO BERLUSCONI A MILANO, SARÀ DIVERTENTE”

“È molto divertente e utile per i cittadini: nella circoscrizione di Milano centro Berlusconi guiderà la lista di Forza Italia, io guiderò la lista di Italia Viva e Azione così che ciascuno possa riflettere su qual è la strada più giusta per il futuro, sulle tasse, sul posizionamento internazionale, sull’energia rinnovabile e non”, dichiara Matteo Renzi a Rtl 102.5.

“Quando c’è confronto l’importante è che ci si rispetti, e io intendo fare questo con Berlusconi e con tutti gli altri. Tra l’altro sono sette anni che non vedo Berlusconi, mi fa anche piacere rivederlo. Noi da quando abbiamo rotto il Nazareno non ci siamo più visti, campiamo entrambi bene lo stesso, però è un dato di fatto. L’importante è che gli italiani possano scegliere chi rappresenta meglio per loro l’eredità del governo Draghi ad esempio. Berlusconi fa parte di una coalizione che ha votato contro Draghi, anche il PD e la sinistra, noi siamo gli unici che hanno sempre sostenuto Draghi”.

“Dopo la giusta proposta di Calenda a Meloni, Letta e Conte, di cui abbiamo parlato ieri, ho lanciato una sfida civile e affettuosa a Silvio Berlusconi. Visto che entrambi saremo candidati nella circoscrizione senatoriale di Milano 2 come capolista lui di Forza Italia, io di Azione-Italia Viva, perché non fare un bel dibattito televisivo o radiofonico?”, aggiunge Matteo Renzi nella enews.

RENZI: “PRESIDENZIALISMO? MEGLIO IL PREMIER SINDACO D’ITALIA”

Preferirei l’elezione diretta del premier, perché secondo me è giusto che i cittadini scelgano. Sogno un meccanismo semplice come quello del sindaco d’Italia. Tutti coloro che ascoltano sanno che quando si vota per il sindaco è facile, poi magari si perde. Questo meccanismo è democrazia, funziona. Io sono per il sindaco d’Italia”, spiega Renzi a Rtl 102.5.

(Dire)

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 90288 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!