Scissione M5S, Conte risponde a Di Maio: “Non accetto lezioni di atlantismo ed europeismo”

“Se ho pensato di lasciare il Movimento? E per quale motivo? La scissione è un fatto di cui non va trascurato il rilievo politico, ma noi sicuramente andiamo avanti con i nostri valori, i nostri ideali e il nostro progetto politico“. Cosi il presidente del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, risponde ai cronisti sotto la sede del Movimento. “Il sostegno a Draghi non è mai stato messo in discussione. Anche ieri, dove siamo stati messi molto in difficoltà, come avete visto non è stato messo in discussione l’appoggio al Governo”, ricorda il leader pentastellato a proposito della risoluzione di maggioranza votata anche dai gruppi parlamentari del M5S.

“NON ACCETTO LEZIONI DI ATLANTISMO ED EUROPEISMO”

“Non dobbiamo chiarire ogni giorno quel che non mettiamo mai in discussione, e questo vale per l’alleanza atlantica e l’europeismo – osserva Conte -. Non posso accettare lezioni dopo aver fatto due volte il presidente del Consiglio in contesti difficili. Sulla collocazione internazionale dell’Italia ho sempre tenuto la barra dritta“.

ll leader pentastellato commenta anche la perdita del ‘primato’ in termini numerici del M5S in Parlamento: dopo la formazione del gruppo di dimaiani ‘Insieme per il futuro’, ora è della Lega la pattuglia più folta. “Il M5S rimarrà sempre la prima forza politica a occuparsi di giustizia sociale e di tutti i temi che sono l’ossatura fondamentale e la ragione del nostro servizio”, conclude Conte.

(Dire)

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 88174 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!