Aversa. La lettera di un cittadino: i problemi del pronto soccorso visti in prima persona

Tramite lo sportello “La tua segnalazione” un cittadino ci ha inviato una lettera per parlarci dei problemi del pronto soccorso dell’ospedale Moscati.

Ecco il suo messaggio:

Salve dr Montone, perdonate il disturbo, ma è una questione importante: dobbiamo fare qualcosa per l’ospedale di Aversa (una raccolta firme, un’inchiesta giornalistica, uno sciopero) ormaial collasso. Sono stato ieri lì, per mia mamma. Super disorganizzato: carenza di personale, affollato. Prelievi si sangue effettuati nei corridoi, scarsa igiene, un solo medico di urgenza per tanti casi.

A qualsiasi politico del passato e quelli di oggi, ho sempre sollevato il problema Moscati: ho cercato sempre di sensibilizzarli: ‘anche voi siete esseri umani. Un giorno potrebbero portarvi da incoscienti all’ospedale Moscati di Aversa e li vi voglio’. Da loro abbiamo sentito solo belle parole e promesse ma nulla è stato fatto. Capisco anche che l’ospedale serva una grande area come l’agro Aversano e l’hinterland Napoletano ma questo non significa che dobbiamo morirci dentro. Premetto che non ho nulla da dire e da togliere alla professionalità dei medici e degli infermieri che svolgono un lavoro immane anche in situazioni ma difficile ma c’è bisogno di una potenziamento della struttura con l’assunzione di altro personale. Spero quanto prima una soluzione del problema all’interno del pronto soccorso. Perché la sanità è una cosa seria”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 88175 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!