(VIDEO) Calderoli e Castiello ad Afragola suonano la carica per il Referendum Giustizia

Grande presenza di pubblico ieri ad Afragola al convegno organizzato dalla deputata Pina Castiello e dal sindaco Antonio Pannone sulle ragioni del Sì al Referendum sulla Giustizia.

All’incontro ospite principale è stato il senatore Roberto Calderoli, esponente di punta della Lega, ed in prima linea per la battaglia referendaria. Calderoli da giorni sta osservando anche lo sciopero della fame per denunciare il silenzio mediatico calato sui quesiti referendari.

Tra i presenti, oltre agli amministratori di Afragola al gran completo, anche il coordinatore regionale della Lega Campania, l’eurodeputato Valentino Grant.

Calderoli e Castiello hanno posto l’accento sulla indifferibile esigenza di cambiare il sistema giudiziario italiano, ormai pieno di disfunzioni che determinano eccessi ed ingiustizie.

“Sciopero della fame sì, richiamandoci al maestro Marco Pannella sulla necessità di attirare l’attenzione del sistema radiotelevisivo pubblico e privato a parlare di un referendum di cui la gente ignora che si voti il 12 giugno. Bisogna far conoscere i contenuti dei quesiti in modo che il voto sia ragionato e pesato, e non sia un sì e un no dati per caso”. Lo ha spiegato il vicepresidente del Senato, Roberto Calderoli che ad oggi è al suo quinto giorno di sciopero della fame per promuovere la divulgazione dei quesiti referendari in vista del voto del 12 giugno si presenta indossando una maglietta con lo slogan “Sciopero della fame per una giustizia giusta”.

“Enzo Tortora – ha detto ancora Calderoli ai giornalisti – è uno dei fondamentali ispiratori di questi quesiti che abbiamo proposto insieme ai Radicali. L’esperienza di Tortora dovrebbe spingere tutti ad andare a votare il 12 giugno e a votare sì perché quello che è capitato a lui e a tanti comuni cittadini domani potrebbe capitare a chiunque. Non ci si può tirare indietro rispetto a un diritto-dovere come quello del voto del 12 giugno”.

“Crediamo che in questi giorni si debba fare tutti uno sforzo per cambiare finalmente la giustizia”. A spiegarlo è il consigliere regionale della Lega in Campania Severino Nappi

“Questo Paese – aggiunge Nappi – ha bisogno di una riforma della giustizia che passa per la volontà dei cittadini. Noi vogliamo una giustizia più giusta, più efficiente, con tempi e regole certe e questo referendum è un’opportunità straordinaria”.

“Ai tifosi del No – conclude l’esponente Lega Campania – dico che sono contro la modernizzazione, contro l’efficienza del Paese, contro i valori costituzionali, lo sviluppo dell’Italia”.

Da parte del senatore Calderoli, già ministro per le riforme e notoriamente tra i massimi esperti di meccanismi parlamentari, anche un accorato appello alla massima mobilitazione per convincere conoscenti, parenti e amici, ad andare a votare il prossimo 12 giugno.

L’obiettivo è quello di raggiungere il quorum, senza del quale il referendum non sarebbe valido.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 92101 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!