Aversa. Fuochi ‘proibiti’ durante la processione: scattano le denunce

Negli ultimi giorni sono tante le proteste social per l’esplosione dei fuochi d’artificio nel cuore della notte. E’ di ieri la protesta del comitato che ha fermato per circa due ore la processione della Madonna di Casaluce: all’esterno della chiesa di San Michele Arcangelo i portantini hanno incrociato le ‘braccia’, poi la celebrazione è ripartita dopo circa 2 ore (leggi qui).

Proprio i fuochi, botti – come volete chiamarli – sono al centro di una polemica che sta inasprendo tutti. Sulla questione si sono aperte anche le vie giudiziarie: secondo indiscrezioni di stampa pare che sono state presentate delle denunce dei confronti di alcuni soggetti per l’utilizzo e sparo di fuochi proibiti durante questi giorni di peregrinatio dell’icona sacra della Madonna.

Sempre alcuni voci di corridoio, raccontano che una ragazzina sia stata colpita da un residuo di mortaio sparato dal terrazzo di una casa: per fortuna la giovine non ha riportato nessuna ferita.

Intanto dal Commissariato di Aversa è arrivato il diniego all’utilizzo fuochi per l’ultima processione con tanto di spettacolo pirotecnico nel parco Pozzi.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 88175 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!