La scusa del ‘meccanico in trasferta’ non regge: arrestato 52enne

Dopo i catalizzatori e il palladio anche le batterie. I carabinieri della stazione di Licola di Pozzuoli hanno arrestato per tentato furto Pietro Caianiello, 52enne di Giugliano già noto alle forze dell’ordine.Ad incuriosire i militari il cofano sollevato di un’auto parcheggiata in Viale dei Cipressi, a pochi passi dalla stazione ferroviaria e dalla loro caserma.Caianiello stava armeggiando nel vano motore, provando a svitare i perni che mantengono ferma la batteria.I carabinieri comprendono immediatamente che quell’uomo non è il proprietario dell’auto e chiedono spiegazioni. Così, il 52enne gioca una carta disperata e ammette di essere impegnato nel riparare un guasto al motore.Quando è stato chiaro che anche l’ipotesi “meccanico in trasferta” fosse poco credibile, Caianiello è finito in manette.E’ ora ai domiciliari, in attesa di giudizio.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 89217 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!