Aversa. Il busto di Filippo Saporito torna ‘a casa’

Questo pomeriggio il busto dell’eminente psichiatra aversano Filippo Saporito è stato consegnato al Comune alla presenza del Sindaco Alfonso Golia, del presidente della Commissione consiliare per la Cultura Paolo Santulli e del consigliere Roberto Romano.

L’opera si trova temporaneamente nella Sala della Memoria del Comune di Aversa e quanto prima verrà ricollocato in un’area pubblica.

In seguito alle proposte della Commissione Cultura, valutate e ringraziate le benemerite disponibilità e sensibilità degli eredi Truosolo a restituire, gratuitamente, il busto di Saporito (che era stato affidato per il restauro ad un loro avo,  con delibera 917 del 30/4/1986 e che doveva percepire lire 6.919.885, come pattuito), l’Amministrazione Comunale accetta la donazione, segnalando l’impegno del presidente Santulli e del consigliere Romano.

Il Sindaco Golia, da parte sua, ha sottolineato che “Aversa è stata a lungo simbolo della realtà manicomiale. Sulla memoria della segregazione,  grazie a politiche sociali innovative, stiamo scrivendo una nuova storia comunitaria della solidarietà cittadina”.L’identità manicomiale della Città di Aversa – ha aggiunto il primo cittadino normanno – non deve essere persa affinchè quelle logiche non vengano mai più ripetute. La restituzione alla Città del busto di Filippo Saporito deve diventare un’ulteriore occasione per la creazione di luoghi e percorsi della memoria manicomiale rivolti prioritariamente alle nuove generazioni, affinché – ha concluso Golia – si conservi stabilmente traccia della storia sociale dell’emarginazione e della segregazione che hanno segnato il territorio e che oggi sono fortunatamente superate”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 92101 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!