5 per mille: scadenze fiscali e altre info da conoscere

Il 30 settembre del 2022 è l’ultimo giorno utile per poter presentare il Modello 730 ordinario o precompilato attraverso il quale è possibile scegliere a chi destinare il 5 per mille. Per quel che riguarda il Modello Redditi Persone Fisiche ex Unico, invece, in virtù delle indicazioni contenute nel Dpr 322 del 1998 e modifiche successive, occorre presentarlo entro il 30 giugno nel caso in cui esso venga presentato in modalità cartacea in un ufficio postale. Invece è possibile devolvere il cinque per mille entro il 30 novembre 2022 se il Modello Redditi Persone Fisiche viene presentato in modalità telematica; la presentazione può essere effettuata dal contribuente, dal suo commercialista o comunque da un intermediario che sia abilitato alla trasmissione dei dati.

Che cos’è il 5 per mille

Ma che cos’è il 5×1000? Si tratta di un sistema di finanziamento pensato per sostenere il settore non profit e le organizzazioni non lucrative di utilità sociale. In base a questo sistema, le risorse provengono dall’Irpef, che è l’imposta sul reddito delle persone fisiche. In sostanza, tutte le persone fisiche che sono debitori Irpef fanno la possibilità di destinare il cinque per mille delle proprie imposte effettive a un ente non profit o a una realtà che persegua finalità specifiche, come la ricerca sanitaria, la ricerca universitaria o la ricerca scientifica. Attraverso i modelli della dichiarazione dei redditi e della certificazione unica, la quota del 5 per mille può essere destinata all’organizzazione che si preferisce: è sufficiente firmare il riquadro dedicato per poi specificare il codice fiscale della realtà che si desidera supportare.

I contribuenti che non presentano la dichiarazione

Per quel che riguarda i contribuenti che non sono tenuti a presentare la dichiarazione, è prevista comunque la possibilità di scegliere a chi destinare non solo il 5 per mille, ma anche il 2 e l’8 per mille dell’Irpef. A questo scopo è necessario adoperare la scheda allegata al Modello Redditi Persone Fisiche ex Unico, al Modello 730 o allo schema di Certificazione Unica 2022. Il 16 marzo era il termine ultimo da rispettare per la trasmissione in modalità telematica della Certificazione Unica per i redditi di lavoro autonomo e per quelli di lavoro dipendente. Tale termine riguardava anche i datori di lavori che avrebbero dovuto trasmettere la Certificazione Unica al lavoratore autonomo o al dipendente. A partire dal 30 aprile sono, invece, disponibili il Modello Redditi ex Unico e il Modello 730.

Gli enti beneficiari del 5 per mille

Sono numerosi gli enti a cui è possibile devolvere il 5 per mille: fra questi ci sono gli enti di ricerca sanitaria, di ricerca universitaria e di ricerca scientifica; ma anche le Onlus che sono registrate all’anagrafe, gli enti del terzo settore che sono registrati al RUNTS (eccezion fatta per le imprese sociali che sono costituite in forma di società) e gli enti gestori delle aree protette. Infine, rientrano nel novero delle realtà a cui si può destinare il 5 per mille anche gli enti che sono impegnati nella valorizzazione, nella promozione e nella tutela dei beni paesaggistici e culturali e le associazioni dilettantistiche sportive che svolgono attività di interesse sociale rilevante, a condizione che siano riconosciute dal Coni.

Che cosa succede se non si versa il 5 per mille

Non esiste alcun obbligo relativo al versamento del 5 per mille. O, per essere più precisi, nel caso in cui si scelga di non firmare, le imposte rimangono tali e non vengono utilizzate per sostenere gli enti non profit. Il discorso è diverso, invece, nel caso in cui si firmi in un riquadro relativo a un comparto e non si inserisca un codice fiscale. In tale eventualità si verifica una ridistribuzione proporzionale del 5 per mille fra tutti i beneficiari di quel comparto. Gli enti che ricevono le risorse, poi, sono tenuti a stilare e a mettere a disposizione una relazione illustrativa e un rendiconto che riguardano le modalità d’uso delle risorse ricevute.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 88015 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!