Stati Uniti contro Cina? La guerra in Ucraina una prima tappa

Ancora bombe e morte in Ucraina. I soldati mandati dall’autocrate russo continuano a martellare e a colpire anche insediamenti civili. Oggi, tra i crimini da registrare, anche le dieci persone uccise mentre erano in fila per il pane. Gli italiani, lo segnalano i sondaggi, guardano con crescente preoccupazione quanto sta accadendo alle porte dell’Europa. Anche il nostro esercito è in stato di allerta con programmate tutta una serie di esercitazioni. Intanto stanno arrivando i contraccolpi economici che seguono sempre i conflitti.

Sul versante geopolitico, invece, ci sono analisi che mi convincono più di altre. Anche per me Putin non pensa affatto a ricostruire la vecchia Unione Sovietica che, rispetto a quanto mostra lui oggi, rischia di apparire più democratica. Nel vecchio regime, infatti, anche se accentrato al vertice il potere veniva anche suddiviso a vari livelli. Putin, come si vede anche dalle immagini che fa circolare nel mondo, accentra l’attenzione tutta su di sé, il potere ce l’ha lui e basta. Quindi più probabile la creazione di una Russia incentrata sul nuovo zar, che governa da Mosca grazie ad un apparato di coercizione di stampo militare e poliziesco. Questo gli permetterebbe, a lui vecchio uomo cresciuto dentro il Kgb, di mantenere rapporti stretti con l’esercito unica chiave di volta per una qualsiasi ipotesi di cambio di regime. Perché la guerra allora?

→ [CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE L’EDITORIALE]

(Dire)

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 90285 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!