Terra dei fuochi, report mese di gennaio 2022

Nel mese di gennaio 2022 prosegue la tendenza alla diminuzione del numero di roghi di rifiuti nelle provincie di Napoli e Caserta, misurato su base sia mensile sia pluriennale. È eloquente il confronto con i mesi di gennaio del 2020 e del 2021 (rispettivamente, nell’intera “Terra dei fuochi”, 302, 89 e 64 eventi incendiari).

Permane ancora sotto controllo il fenomeno degli incendi nei pressi dei campi Rom, con ciò confermando l’efficacia delle attività degli ultimi mesi, finalizzate a migliorare il controllo e la prevenzione in quelle aree, tradizionalmente a forte rischio di rogo di rifiuti.

Ancora pressoché nulli gli eventi incendiari nei territori dei comuni costieri, a riprova della palese stagionalità del fenomeno e della sua forte connessione con il numero dei residenti e pertanto con le utenze domestiche. Si conferma il dato per cui il numero di roghi è direttamente proporzionale al numero dei residenti estivi in aree urbane dove esistono carenze strutturali nel sistema di raccolta.

Quanto al tipo di interventi, si è continuato a concentrare il complesso dei controlli soprattutto sulle attività di trasporto abusivo e scarico di rifiuti, ovviamente senza trascurare le attività e le filiere produttive. Ne derivano gli ottimi risultati ottenuti nel controllo e nel sequestro di veicoli e nel controllo delle persone, così come riportati dalla consueta tabella recante i dati di rilievo (si noti che le sanzioni amministrative sono pressoché quadruplicate; si noti, altresì, che sono comunque e contestualmente aumentati anche i controlli sulle attività produttive).

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 88060 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!