Salvini a tutto gas, Governo battuto quattro volte: siamo in campagna elettorale

Vero che la Consulta ha stoppato i 3 referendum più ‘tosti’, quello sull’eutanasia, sulla cannabis e sulla responsabilità civile dei magistrati – paga di tasca sua – in caso di errore. Ma i 5 che restano sul tavolo e sui quali, in caso di flop parlamentare, i cittadini italiani si dovranno esprimere a maggio, rischiano comunque di spezzare i fili che tengono su la maggioranza di Governo. Matteo Salvini, leader delle Lega, dopo la batosta del Quirinale, ha indossato l’elmetto e lancia in resta è già partito per la campagna referendaria che lui farà di tutto per intrecciare con le amministrative in arrivo. Oggi ha incontrato i radicali per pianificare le iniziative e scongiurare il grosso rischio che sta sempre davanti al referendum: la mancanza del quorum. Per questo è necessario abbinarlo alle elezioni comunali, sperando così di raggiungere la maggioranza più uno.

Di fatto siamo già in campagna elettorale e non sarà facile per il premier Draghi tenere la rotta perché nella nave del Governo i ‘marinai’ vanno da una parte e dall’altra, col rischio concreto di passare anche alle mani.Si guardi a quello che è successo durante la discussione del decreto Milleproroghe, con il Governo che per ben 4 volte è stato battuto con la sua maggioranza che va in ordine sparso e si vota contro da sola. → [CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE]

(Dire)

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 94465 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!