Positivo al covid, beccato dai Carabinieri: si era finto corriere food delivery

Notte di controlli nei quartieri Vomero e San Carlo Arena dove i militari della locale Compagnia insieme a quelli del Reggimento Campania hanno setacciato le strade.19 le persone denunciate a piede libero. I carabinieri hanno identificato 158 persone, di queste 56 pregiudicate e controllato 65 veicoli. 5 gli assuntori di droga segnalati alla Prefettura. Verifiche anche per il greenpass con 6 sanzioni.Un 16enne del rione Don Guanella è stato denunciato per il furto di un motociclo. I sistemi di videosorveglianza lo hanno ripreso mentre rubava  lo scooter parcheggiato a via Nicolardi e lo hanno riconosciuto. Il mezzo è stato restituito al legittimo proprietario.Sono ben 10 i parcheggiatori abusivi già noti alle forze dell’ordine denunciati a piede libero perché recidivi nel biennio. Sono uomini e donne ed hanno tra i 30 ed i 60 anni.Un ragazzo di Marano è stato invece denunciato perché trovato in possesso di un coltello a serramanico.Due uomini di Pianura ed una donna di Scampia – hanno 51, 44 e 18 anni – risponderanno di “possesso ingiustificato di chiavi alterate”. I Carabinieri li hanno fermati a bordo di un’auto dove all’interno c’erano diversi arnesi atti allo scasso.Denunciata a piede libero anche una cittadina di origini ucraine trovata all’interno di un esercizio commerciale senza mascherina. La donna dapprima si rifiutava di fornire le proprie generalità e poi le rendeva ma false. Risponderà di resistenza a pubblico ufficiale, rifiuto indicazioni sulla propria identità e false dichiarazioni.Controlli anti-covid. Denunciato un uomo classe ’63 di Marianella che nonostante la quarantena imposta dall’ASL è stato trovato nei pressi della fermata metro Chiaiano. I carabinieri hanno denunciato anche un 18enne di Contrada Torricelli che ha esibito la carta verde intestata però a un’altra persona.

Ma il vero genio è senza dubbio un 39enne di Piscinola. L’uomo girava a bordo del suo scooter nelle strade del Vomero nonostante fosse stato sottoposto in quarantena perché positivo al covid. Per ingannare le forze dell’ordine pronto anche lo stratagemma: uno zaino con sopra il logo di una nota società di food delivery. I Carabinieri, visto che erano le 2 di notte si sono insospettiti. L’uomo non lavorava per nessuna società ed alla fine ha ammesso di aver inventato tutto per poter uscire di casa. I militari non hanno potuto fare altro che denunciarlo.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 88013 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!