Aversa. Cimarosa parla in portoghese ed inglese per il progetto della scuola Pascoli 

Provenienti da Francia, Spagna e Portogallo con il progetto “European Cities, Hhistory, Ecology and Tourism. How do we rapresent ourselves and our identity? (Come rappresentiamo noi stessi e la nostra identità?)” sono stati ospiti della scuola media statale Giovanni Pascoli che era partner nell’iniziativa. E la loro permanenza nella città normanna si è conclusa nel nome delle due maggiori peculiarità della città di Aversa, Cimarosa e la sua musica, e la mozzarella.

Infatti, fortemente voluta dalla dirigente scolastica della Pascoli, la professoressa Filomena Simonelli, nella serata conclusiva dell’accoglienza, l’esperto di Cimarosa, il giornalista Giuseppe Lettieri, ha presentato ai ragazzi delle delegazioni straniere, un Cimarosa virtuale. Un percorso visivo sul genio aversano esposto in tre lingue, italiano, inglese e portoghese, a cui i ragazzi hanno partecipato attivamente.

E non poteva mancare la musica con la partecipazione del Maestro Nicola Abate, che al pianoforte a proposto sonate di Fenaroli, che fu maestro di Cimarosa, dell’aversano e di Mendelsoohn.

“Una settimana intensa e molto importante per i ragazzi della mia scuola- ha detto la preside Filomena Simonelli- che non poteva non concludersi in maniera davvero speciale con la musica e la tradizione grastronomica della nostra Aversa. Colgo l’occasione per ringraziare l’esperto Giuseppe Lettieri, animatore culturale instancabile, per aver offerto un modo nuovo di far conoscere ai ragazzi il grande genio aversano e il maestro Nicola Abate, che con il pianoforte ci ha regalato momenti bellissimi. La musica è un linguaggio universale ed i ragazzi, e lo hanno dimostrato in platea, hanno apprezzato tantissimo questa offerta finale. Ringrazio altresì tutti coloro che hanno reso possibile il successo di questo progetto europeo, dal personale della scuola, a cominciare dai docenti che sono venuti in prima linea, allo staff dell’hotel del Sole, in primis il titolare Pasquale Esposito, e tutti coloro che a vario titolo hanno offerto la loro collaborazione. Non solo la nostra scuola, ma la città di Aversa, escono da queste giornate internazionali, con una immagine molto positiva, come mi hanno testimoniato i docenti stranieri, che hanno lodato la nostra organizzazione”.

Il progetto fortemente voluto dalla dirigente scolastica è stato possibile grazie alla referente professoressa Anna Pescione. E con lei la commissione Erasmus della scuola composta dai docenti Maria Malvolta, Pina Di Maso, Daniela Schiavone, Massima Pisano, con la collaborazione dei professori Catanzaro, Di Ronza, e Parisi.

“Abbiamo voluto offrire ai ragazzi – ha dichiarato Giuseppe Lettieri- una nuova lettura, meno accademica del nostro grande Cimarosa. Chiaramente ci trovavamo di fronte a giovani studenti tredicenni, e quindi bisognava carpire la loro attenzione, e non annoiarli, e visto il loro entusiasmo penso proprio che ci siamo riusciti, grazie anche al pianista Nicola Abate, accolto con una serie di standing ovation”.

Alla fine i ragazzi hanno potuto assaggiare una serie di prelibatezze locali. Molta ammirazione soprattutto per la graditissima mega treccia di mozzarella, altro elemento distintivo della nostra città!

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 89362 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!