Covid, carenza Zitromax: introvabili anche la Tachipirina e Clenax 4000

“Il ministro della Salute ritiene di dover urgentemente intervenire per verificare i reali motivi della scarsità di farmaci indispensabili in questo momento per contrastare il Covid-19, visto che le case farmaceutiche sono tenute per legge a comunicare all’Aifa soltanto le carenze dovute a problemi produttivi, per esempio l’irreperibilità del principio attivo o un’imprevista impennata nella domanda del farmaco?”. A scriverlo è il senatore del gruppo misto Elio Lannutti, in un’interrogazione diretta a Roberto Speranza e firmata da altri otto senatori in riferimento alla scarsità dell’azitromicina ma anche di altri farmaci “introvabili”, scrive Lannutti come “la Tachipirina e il Clexane 4000, utilizzato per la profilassi del tromboembolismo venoso”.

I senatori del gruppo misto chiedono poi se il ministro “intenda vigilare affinché non vi sia nessun esborso aggiuntivo per studi clinici, né per l’autorizzazione all’immissione in commercio, in caso di farmaci ora irreperibili, ma che potrebbero ricomparire sul mercato dopo una rinegoziazione di prezzo e- più in generale- se il Governo ritenga di dover promuovere in ambito europeo nuove norme finalizzate a un commercio più equo e oculato dei farmaci, per evitare carenze di medicinali nei Paesi dove sono venduti a un prezzo più basso, ma anche per stroncare la circolazione di medicinali falsificati, dannosi per la salute dei cittadini”.

(Mab / Dire)

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 92069 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!