Aversa. Casse comunali, cdx: “Golia vende sogni ma non solide realtà”

“Il Sindaco Alfonso Golia, nel disperato tentativo di apparire come oculato amministratore e risanatore dei conti pubblici, si esibisce nel gioco delle tre carte per nascondere la verità agli aversani. Nel suo ultimo comunicato stampa, apparso anche sul sito “LaRampa”, ha annunciato che “per la prima” volta…la cassa del nostro Ente ha chiuso (quest’anno) con un considerevole segno positivo più 11.600.000 euro“. Cosa dire di fronte ad una tale affermazione che, oltre a rappresentare un inammissibile caso di disinformazione, stravolge elementari principi contabili e i fondamenti di una corretta gestione del bilancio degli enti locali?  Golia ancora una volta ha fornito ai “poveri aversani” notizie errate, incomplete, finalizzate solo a produrre rumore mediatico volto ad assecondare la sua ossessiva logica di autocelebrazione”. Così, in una nota, Forza Aversa, GPA – Gruppo per Aversa, Forza Italia, FdI.

“I milioni suddetti – ha infatti strumentalmente omesso di chiarire Golia- sono in effetti quelli elargiti – ma vincolati – a tutti i Comuni dal Pnrr e quindi non sono certamente attribuibili, come con spudoratezza tenta di far credere, a presunte quanto inimmaginabili e comunque inesistenti capacità sue e della sua giunta multicolore. Fondi che, tra l’altro, come si legge da una recente rassegna stampa, oltre che dalla Direzione Generale Regionale per il governo de Territorio, potranno essere utilizzati solo ed esclusivamente a seguito dell’approvazione del P.U.C. che al momento non si è dato di vedere all’orizzonte. Golia, nel suo comunicato, oltre a furbescamente omettere di ricordare ed evidenziare il triste disavanzo comunale della astronomica cifra di 25 milioni di euro, addirittura, artatamente, lascia intendere agli aversani che il proclamato e, così come ha scritto, “incredibile risultato” di fine anno sia attribuibile al suo recupero “dei crediti pregressi”. C’è da restare veramente increduli, allibiti di fronte a tanta spudorata politica comunicativa che calpesta ogni minima esigenza di chiarezza e di trasparenza. Quando si discuterà del ripiano del bilancio, i consiglieri di opposizione faranno la loro parte per sbugiardarlo ancora una volta e mettere a nudo le sue inconsistenti e risibili dichiarazioni. In quella sede, al sindaco che ama esibirsi come banditore di sé stesso, saranno pazientemente ed in maniera piana illustrati anche i basilari principi di contabilità pubblica, dei quali egli si è dimostrato a digiuno. Un digiuno che affligge lui ed alcuni consiglieri della sua maggioranza, i quale, facendo scomposta eco alle dichiarazioni del “principale”, si sono sciolti in pirotecnici applausi. Meglio sarebbe stato un suo prudente e dignitoso silenzio, pari a quello in cui si è rifugiato l’assessora al bilancio. La quale, però ed in verità, bene avrebbe fatto ad intervenire per zittire il capo della Sturmtruppen ed il suo caporale, o per lo meno a tentare di impartire agli stessi i primi rudimenti di contabilità pubblica. Egregio Sindaco, ancora una volta ed anche in un settore così delicato come quello dei conti pubblici, hai dimostrato la tua assoluta inadeguatezza alla conduzione della Città”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 88162 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!