(VIDEO) L’edizione settimanale del TG Dire Sanità: si parla di covid, vaccini e influenza

È online l’edizione settimanale del TG Dire Sanità a cura della redazione giornalistica Agenzia Dire.

Ecco i titoli:

– COVID. ISS: RT STABILE MA CRESCONO ANCORA INCIDENZA E RICOVERI “Nel periodo compreso tra il 27 ottobre e il 9 novembre, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,21, stabile rispetto alla settimana precedente e al di sopra della soglia epidemica”. È quanto emerge dall’ultimo monitoraggio settimanale della Cabina di regia dell’Istituto superiore di Sanità e del ministero della Salute. Continua ad aumentare invece l’incidenza settimanale a livello nazionale: 98 casi per 100mila abitanti, contro i 78 per 100mila della settimana precedente. Sale infine anche il tasso di occupazione in terapia intensiva, che si attesta al 5,3%, rispetto al 4,4% della settimana scorsa.

– VACCINO. GOVERNO ANTICIPA A 22 NOVEMBRE RICHIAMI FASCIA 40-59 ANNI Le Regioni “potranno anticipare al prossimo 22 novembre 2021 l’avvio della somministrazione della dose ‘booster’ in favore dei soggetti di età compresa tra i 40 e i 59 anni, purché siano trascorsi almeno 6 mesi dal completamento del ciclo primario di vaccinazione”. È quanto si legge nella nuova ordinanza firmata dal commissario straordinario per l’emergenza Covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo. “Il vaccino è lo strumento principale per ridurre la diffusione del virus e le forme gravi di malattia- è stato il commento del ministro della Salute, Roberto Speranza- È giusto, quindi, anticipare al 22 novembre la campagna per i richiami vaccinali per la fascia d’età 40-59 anni”.

– COVID. SPERANZA: SFIDA NON RISOLTA, GRAVE ERRORE ABBASSARE GUARDIA “Siamo ancora dentro una sfida non risolta, come dimostrano i numeri. Sarebbe un grave errore abbassare la guardia”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo al convegno ‘Riflessioni sulla pandemia da Sars-CoV-2. Il contributo del Comparto Difesa e Sicurezza sulla mitigazione e nel contrasto’, organizzato la settimana scorsa a Roma dalla FNOMCeO in collaborazione con il Comparto Difesa e Sicurezza. I contagi intanto “crescono in Europa, ma anche in Italia- ha proseguito il ministro- Dobbiamo stare con piedi per terra ed insistere ancora e il più possibile sugli strumenti che abbiamo per tenere la curva sotto controllo”. In questo senso, secondo Speranza, oggi nel vaccino “abbiamo trovato l’arma fondamentale”.

– COVID. SILERI: CON ZONE ARANCIONI VALUTEREMO LOCKDOWN PER NON VACCINATI “Al momento non vi è motivo di fare restrizioni per i non vaccinati, cosa che eventualmente può essere valutata se qualche territorio dovesse passare in arancione”. A chiarirlo il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, intervenuto la settimana scorsa ai microfoni di Radio Cusano Campus. Il lockdown per i non vaccinati proposto da alcune Regioni, dunque, “non è la strategia da attuare con i numeri odierni. C’è qualche area del Paese che rischia di finire in zona gialla- ha proseguito Sileri- ma la zona gialla non prevede grosse restrizioni”. Questa possibilità, secondo il sottosegretario, va comunque “tenuta sul tavolo, come tante altre opzioni”, valutando “di settimana in settimana a seconda dell’evoluzione dei numeri”.

– INFLUENZA. SIP: SUBITO VACCINO A BIMBI, VIRUS ALLE PORTE. PER FASCIA 2-6 DISPONIBILE SPRAY “I virus respiratori in questo momento stanno correndo, quindi facciamo trovare i bambini pronti a difendersi, vacciniamoli adesso”. È l’appello lanciato ai genitori dal segretario nazionale della Società italiana di pediatria, Elena Bozzola, in occasione della diretta Facebook promossa dalla Sip per rispondere ai dubbi delle famiglie sul tema. “Quest’anno ancora di più è importante effettuare la vaccinazione antinfluenzale, senza temporeggiare- ha proseguito Bozzola- perché l’influenza è alle porte e aspettando troppo di rischia di ritrovarsi nel mezzo della tormenta”. La pediatra ha quindi sottolineato che il vaccino è “efficace e sicuro e i dati scientifici pubblicati mostrano il suo effetto benefico”. Da quest’anno, intanto, in Italia il vaccino antinfluenzale è disponibile anche nella formulazione spray, per i bambini di età compresa tra i 2 e i 6 anni. “Gli effetti collaterali sono simili per entrambi- ha fatto sapere infine la pediatra- e si risolvono nel giro di 24-48 ore dalla somministrazione”.

– VACCINO. ISS-FONDAZIONE KESSLER: IN 6 MESI HA EVITATO 12MILA MORTI IN ITALIA “Nel periodo compreso tra il 27 dicembre 2020 e il 30 giugno 2021 la vaccinazione contro il Covid-19 ha salvato la vita a circa 12.100 persone nel nostro Paese”. È quanto emerge da uno studio condotto dall’Istituto superiore di sanità e dalla Fondazione Bruno Kessler. Partendo da un modello matematico, gli esperti hanno confrontato “il livello stimato di contatti sociali, il numero di morti e potenziale di trasmissione, con quelli di uno scenario controfattuale in cui si ottiene la stessa traiettoria epidemica in assenza di vaccinazione”. La ricerca ha quindi evidenziato come “entro il 30 giugno 2021 il programma di vaccinazione Covid-19 abbia consentito la ripresa di circa la metà dei contatti sociali registrati in epoca pre-pandemia” e che “in assenza di vaccinazione, solo un terzo circa avrebbe potuto essere ripreso per ottenere lo stesso numero di casi”. Infine, è stato dimostrato che “l’effetto negativo della diffusione della variante Delta a luglio è stato interamente compensato dalla vaccinazione nel mese di luglio e agosto 2021”.

(Cds/ Dire)

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 80293 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!