Sant’Arpino. Legalità e sicurezza, gli alunni dell’IC Cinquegrana incontrano la Polizia Ferroviaria

Si può essere davvero “fighi” anche rispettando le regole? Questo è l’interrogativo al quale la Polizia Ferroviaria  sta rispondendo concretamente con “Train… to be cool”, il progetto didattico realizzato in collaborazione con la facoltà di psicologia de “La Sapienza”  e dedicato agli studenti di ogni ordine e grado.

Oggi i poliziotti della Ferroviaria del Compartimento per la Campania, diretti dal Dirigente Superiore Carmine Soriente, hanno terminato un ciclo di incontri dedicato ai ragazzi dell’istituto comprensivo “Rocco Cinquegrana” di Sant’arpino.

Dall’inizio dell’anno scolastico, la Polfer di Napoli ha incontrato tutti i ragazzi delle classi terze, quarte e quinte della primaria, nonché quelli delle medie, nei plessi De Amicis, Cinquegrana e Rocco, con i quali hanno dialogato e giocato nel tentativo non solo di trasmettere la cultura della legalità ma anche di rispondere a domande e sfatare miti in nome della sicurezza.

Quello ferroviario è un mondo veramente fantastico: le stazioni rappresentano il luogo delle emozioni e i treni il veicolo per viaggiare anche con la fantasia. Eppure, se approcciato con distrazione e senza rispettare alcune semplici regole, si può rivelare in luogo pieno di insidie e di pericoli.

Oltrepassare la linea gialla, non rispettare il passaggio a livello, l’attraversare i binari ignorando il divieto, sono tutti comportamenti che apparentemente possono sembrare banali violazioni ma che nascondono pericoli perlopiù dai risvolti anche tragici.

La professoressa Maria Debora Belardo, Dirigente del Comprensivo di Sant’Arpino, da sempre molto sensibile alle tematiche di legalità e di sicurezza, ha voluto ripristinare questi incontri con la Polizia Ferroviaria. Una collaborazione, iniziata già nel 2017, attraverso la quale si tenta di far comprendere ai ragazzi che determinate regole vanno rispettate e non sfidate. Non per obbligo o per un senso di giustizia ma semplicemente per salvaguardare la propria incolumità.

Non lezioni di moralità, quindi, quelle tenute dal Commissario Maria Pia Tranchino e dagli Assistenti Coordinatori Michele Mele e Vincenza Correra della Polizia Ferroviaria di Napoli, ma semplici racconti di fatti accaduti e un aiuto alla riflessione sulle conseguenze innescate da comportamenti sbagliati o inutili sfide. Un’interessante chiacchierata dedicata ai ragazzi ma che, a parere di molti docenti presenti, dovrebbe essere estesa anche agli adulti, sempre più spesso protagonisti di condotte scorrette e atteggiamenti pericolosi.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 87893 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!