Aversa. COA Napoli Nord, Tar sospende il commissariamento

Il Tar Campania ha sospeso il provvedimento del Ministero della Giustizia con cui era stato disposto lo scioglimento dell’organo con coseguente nomina del commissario Fabio Benigni (leggi qui).

La prima sezione del Tribunale Amministrativo, presieduta dal giudice Salvatore Veneziano, ha accolto la domanda cautelare presentata dal consigliere dell’ordine Francesco Castaldo, diventato presidente dopo le dimissioni di ben 15 consiglieri su 21 (leggi qui).

Secondo Castaldo (rappresentato in giudizio dall’avvocato Renato Labriola) “un numero di consiglieri superiore alla metà avesse rassegnato le dimissioni “contestualmente”, facendone derivare la decadenza dell’intero Consiglio dell’Ordine, ai sensi dell’art. 28, co. 8, della legge n. 247/2012; Rilevato dal dato testuale che in esso viene quindi (implicitamente) assunto che si tratti di dimissioni contestuali per le quali non potrebbe procedersi alla sostituzione dei membri dimissionari con il subentro dei non eletti, ex art. 16 della legge n. 113/2017”.

Ravvisato, a tal riguardo, che non sembra quindi che il Ministero abbia preso in considerazione il verbale della seduta del 6 settembre 2021 (ad esso trasmesso con mail delle ore 19:55), con cui il Consiglio dell’Ordine aveva provveduto all’integrazione del Consiglio sostituendo i membri dimissionari; Considerato inoltre che non è stata prodotta agli atti del giudizio la nota del C.N.F. del 27/7/2021, sicché non si è in grado di conoscere se, nella formulazione della proposta di scioglimento, sia stato valutato quanto rappresentato dal Consiglio dell’Ordine (con riferimento alle vicende susseguitesi e alle dimissioni presentate in successione tra il 9 e il 20 luglio), richiedendo un parere urgente in data 20 luglio (sollecitato il 27 luglio), ponendo l’alternativa tra la necessità di provvedere al subentro dei non eletti ex art. 16 della legge n. 113/2017 ed il verificarsi dell’ipotesi di decadenza ex art. 28 della legge n. 247/2012.

Per questo motivo, il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Prima) accoglie la domanda cautelare e per l’effetto sospende l’esecuzione del decreto del Ministro della Giustizia del 13 settembre 2021. Ordina al Ministero della Giustizia di provvedere all’incombente di cui in motivazione, nel termine assegnato. Fissa per la trattazione del ricorso nel merito l’udienza pubblica del 23 febbraio 2022.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 82484 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!