Telefonini cellulari in carcere, operazione della Polizia Penitenziaria a Carinola

Nella giornata odierna, nell’ambito delle attività di prevenzione e di controllo disposte dal Comando, tese ad impedire l’introduzione illecita di oggetti non consentiti nel penitenziario di Carinola, gli uomini della Polizia Penitenziaria, durante i controlli di rito del perimetro esterno alle aree detentive, nei pressi del campo sportivo, in seguito a una bonifica effettuata hanno rinvenuto e sequestrato una dozzina di telefoni cellulari lanciati con forza dall’esterno verso l’interno, superando la cinta muraria che attualmente non è più presidiata dal personale impiegato di servizio sentinella, probabilmente destinati alle persone private della libertà personale ristrette nel Penitenziario Casertano.

Infatti, gli autori non ancora identificati, nella speranza di riuscire ad eludere i controlli del personale di Polizia Penitenziaria, fantasiosamente hanno occultato i cellulari all’interno di un involucro di plastica modellabile “cera pongo” per dare forza e velocità ai molteplici lanci, degni di medaglia olimpica, affinché arrivasse nell’area demaniale del carcere per poi essere introdotti secondo il loro piano all’interno dell’istituto, sperando in una disattenzione della vigilanza che in questo periodo estivo, benché il piano ferie in atto, è intensificata ancora di più in tutte le zone dell’istituto sia esterne che interne, tanto è vero che nella circostanza descritta la Polizia Penitenziaria ha dimostrato ancora una volta massima attenzione e alte capacità professionali. Il tutto è stato denunciato all’autorità Giudiziaria competente.

“La polizia penitenziaria impiegata nel servizio di vigilanza, ancora una volta e in altre circostanze ha dimostrato senso del dovere nell’espletare questo delicato compito per impedire la facile introduzione di oggetti e sostanze non consentite dalla legge e dal regolamento che potrebbero compromettere l’incolumità delle persone, turbare l’ordine e pregiudicarne la sicurezza, non abbassando mai la guardia nel porre in essere tutte quelle misure finalizzate a prevenire la commissione di reati, nonostante le difficile condizioni che sta attraversando in questo periodo post- pandemico l’intero sistema e tutto ciò che è in esso – dice il Segretario Regionale OSAPP Campania Vincenzo Palmieri -. Al personale operante uomini e donne della Polizia Penitenziaria, va tutta la nostra stima e il nostro personale ringraziamento, sebbene tutte le difficoltà, come sindacato continueremo a fare l’impossibile per contribuire a migliorare il sistema lavorativo nell’interesse di tutti, sollecitando i vertici del DAP a porre in essere una maggior attenzione anche rispetto alla futura assegnazione di Poliziotti in una struttura penitenziaria come quella di Carinola, incardinata in un territorio limitrofe e un tessuto sociale ad alta intensità criminale dove regna la cultura dell’illegalità”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 95753 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!