Lavoratori ex aree crisi complessa, via libera alle indennità per il 2021

“Da oggi centinaia di lavoratori delle ex aree di crisi complessa di tutta la Campania potranno finalmente beneficiare delle indennità che il Governo, attraverso l’Inps, ha finanziato da mesi, ma che non erano state ancora erogata dalla Regione. Parliamo di un fondo pari a 23 milioni di euro per gli anni 2020-2021 da destinare ai lavoratori che hanno cessato la mobilità ordinaria dal gennaio 2015 al 31 dicembre 2016 e che, a partire da quest’anno, beneficiano di misure di politica attiva tese alla loro ricollocazione nel mercato del lavoro. Un risultato straordinario a conclusione di una battaglia che ho combattuto al fianco di tante famiglie, sia in Consiglio regionale che attraverso i nostri portavoce in Parlamento, conseguito a seguito di interlocuzioni con la giunta regionale affinché si individuasse finalmente una soluzione per mettere fine a una vera e propria emergenza sociale”. Così il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Salvatore Aversano, a seguito dell’avviso pubblicato dalla Regione Campania e relativo alla concessione delle indennità per i lavoratori che hanno cessato la mobilità ordinaria dal 01 Gennaio 2015 al 31 Dicembre 2016.

“Finalmente, dopo varie interlocuzioni che ho portato avanti in questi mesi con l’INPS e l’Assessorato al lavoro, è stato emesso il decreto dirigenziale della Regione Campania che apre alla presentazione delle domande ed all’erogazione dell’indennità per i lavoratori campani che hanno cessato la mobilità dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2016, tra i quali quelli del Bacino di Crisi di Caserta”: ad annunciarlo è Giuseppe Buompane, deputato M5s alla Camera dei Deputati dove è membro della Commissione Bilancio. Buompane si riferisci al decreto dirigenziale n. 398 del 23/07/2021.

“Queste famiglie – continua Buompane – aspettavano questo provvedimento che attiva finalmente la nuova indennità introdotta con mio emendamento nel decreto agosto (D.L. 104/2020) e modificato, con altro emendamento a mia prima firma, nell’ultima legge di bilancio (art. 1, comma 291 L. 178/2020)e che risolve la situazione paradossale che si era creata da anni di stratificazioni normative e che avevano lasciato indietro centinaia di famiglie dal circuito di protezione degli ammortizzatori sociali in una zona che ha già subito una pesantissima crisi lavorativa dovuta alla desertificazione industriale”. I lavoratori aventi diritto potranno presentare la richiesta di indennità da oggi sino al 20 settembre 2021. “Questa – conclude Buompane – è una buona notizia, dopo 2 anni di battaglie siamo arrivati a questo importante e non scontato risultato che rimedia, seppur parzialmente, ad una grave discriminazione e ingiustizia sociale”

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 77863 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!