Rifiuti area pista atletica, Santulli: “Caterino sapeva della questione da luglio 2020”

“Il problema della bonifica dell’Area della Pista di Atletica, nasce con la nota 24596 del 31/7/2020 indirizzata al Dirigente Serpico, All’assessore all’Ambiente Caterino, all’Assessore ai Lavori Pubblici Zoccola al Sindaco Golia ed alla Ditta. Pertanto dal 31/7/2020 l’assessore Caterino sapeva che la ditta appaltatrice non avrebbe iniziati i lavori se l’area non fosse stata liberata dai rifiuti. Da quel momento, ho sollecitato, affettuosamente, per le vie brevi, spesso l’Assessore”. Così, in una nota, il consigliere comunale Santulli che torna sulla vicenda dei rifiuti sull’area dove dovrebbe sorgere la pista di atletica.

“Non avendo risposte concrete il 9 di ottobre del 2020, dopo 70 giorni dal 31/7, convocai, quale Presidente, la Commissione Cultura e Sport, presenti l’Assessore alla cultura Melillo, l’assessore ai lavori pubblici Zoccola e i componenti Danzi, Dello Vicario, Oliva, oltre al sottoscritto, primo punto all’ordine del giorno la situazione della pista di atletica leggera, a tale riguardo si legge nel verbale: «Relativamente al primo punto all’ordine del giorno il Presidnte relaziona alla Commissione anche quale ex delegato del Sindaco, essendosi dimesso, su tutti i passaggi che sono stati fatti fino ad oggi». Poi è stata sentita in diretta telefonica, vivavoce, l’assessore Caterino che: «A tale riguardo.., ha riferito che la bonifica del sito non è stata ancora realizzata, ma sarà realizzata la prossima settimana… (9/10/2020 )». Allo stesso modo è stato chiesto all’Assessore Zoccola, presente ai lavori, se era stato ancora nominato il direttore dei lavori della Pista di Atletica Leggera, in sostituzione dell’Arch. Nicola Menale, dimissionario. L’assessore ha riferito che non si era ancora provveduto. Tale verbale è stato vidimato da tutti gli intervenuti. Non essendosi avuti sviluppi, così come promesso dall’Assessore, dopo altri 24 giorni, dal 9/10,  giorno della promessa dell’Assessore, e siamo a complessivi 94 giorni, dal 31/7, senza che nulla fosse stato fatto, per avere risposte ufficiali il 3/11/2020 prot. 36234, faccio una interrogazione a risposta scritta dove chiedo ‘quali atti sono stati realizzati dal Responsabile Unico del procedimento della Pista di Atletica dopo la nota del 31/7/2020. Allo stesso modo vuole conoscere quali atti ufficiali, a tale riguardo, hanno adottato gli Assessori Caterino, Zoccola e il Dirigente dell’Area Lavori Pubblici’. Al riguardo, solo il 16/12/2020, a termini regolamentari abbondantemente scaduti da 28 giorni, siamo quindi a 122 giorni dal 31/7, arriva la risposta dell’ Assessore Caterino  che scrive: «il 24/11/2020, ( quindi solo dopo la mia interrogazione) ho partecipato ad una riunione organizzata dal RUP, alla presenza della ditta appaltatrice e le figure professionali incaricate di seguire i lavori (…), la riunione è stata indetta per verificare l’eventuale fattibilità dell’intervento di bonifica con fondi rientranti in quelli a disposizione del quadro economico dell’opera». Oltre a ciò, l’assessore Caterino scrive di aver prodotto: ‘Nota prot. 42010 del 14/12/2020 relativa alla richiesta avanzata al Dirigente Serpico….di attivazione urgente delle procedure propedeutiche agli interventi di bonifica’ e ‘nota 42011 del 14/12/2020 richiesta all’ARPAC per la caratterizzazione dei rifiuti’. Questa è l’unica attività riscontrabile dell’Assessore Caterino, dopo 130 giorni dal 31/7 2020, dopo 4 mesi e 10 giorni, nonostante le mie continue sollecitazioni e soprattutto dopo la mia interrogazione, altrimenti, probabilmente, si sarebbe continuato a dormire. Ma si badi bene, quanto messo in atto non è un’attività risolutiva, ma ancora interlocutoria, o come dicono i malevoli, dilatoria! Solo il 1/2/2021, dopo ben 6 mesi dal 31/7/2020,  il dirigente Serpico ha avviato, con una sua determina, l’indagine di mercato per la caratterizzazione dei rifiuti. L’Apac infatti, già dal 17/12/2020 con nota 42523 aveva chiarito che non poteva intervenire, quindi sono stati persi, inutilmente altri 45 giorni. Solo in data 28/5/2021 prot. 26148 i dirigenti dell’Area Ambiente hanno fatto l’invito alle ditte che avevano già risposto, di certificare i requisiti per partecipare alla procedura negoziata per l’incarico di classificazione dei rifiuti sull’area della Pista di Atletica, e che le domande dovevano pervenire entro l’11/06/2021. Saremo a 10 mesi e 11 giorni dal 31/7, senza fare interventi, perché solo dopo aver individuato il migliore offerente e verificato tutti gli atti si darà l’incarico per andare a verificare i rifiuti? E la bonifica che si doveva fare, secondo quanto dichiarato dall’Assessore nella settimana successiva al 9/10/2020? Sta di fatto che siamo stati costretti io e la collega D’Angelo a fare altre due interrogazioni, inviate anche al Prefetto, dove si denunciavano i ritardi, le preoccupazioni e le anomalie relative alla tanto agognata bonifica ed altro, prot. 5190 del 9/2/2021 e 21277 del 5/5/2021. Se c’è stato l’incendio dei rifiuti a Carinaro ci sono anche delle responsabilità …morali!”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 93322 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!