L’avv. Paolo Galluccio sferra una mazzata da oltre un milione di euro al comune di Caserta

Oltre 100 lavoratori dipendenti del Comune di Caserta nell’anno 2017 si affidarono, all’Avv. Paolo Galluccio specializzato in vertenze del pubblico impiego, per essere stati collocati in quiescenza in violazione del termine di preavviso previsto per legge.

Il Comune di Caserta, infatti, in maniera non tempestiva aveva adottato la delibera di risoluzione senza il rispetto dei relativi termini tant’è che i dipendenti richiedevano il diritto alla attribuzione della indennità sostitutiva di preavviso ex art. 72 del D.L. 112/2008 poi, converito, in legge.

Il Giudice Unico del Lavoro del Tribunale di S. Maria C. Vetere ha accolto le istanze dell’Avv. Paolo Galluccio, il quale, ha fatto riconoscere a ciascun lavoratore la media di € 7.000,00 ciascuno oltre interessi.

“Sotto l’aspetto professionale, chiaramente, questa, rappresenta una grande vittoria anche se c’è da dire che ho cercato più volte di trovare una soluzione bonaria che contemperasse le esigenze dei miei assistiti ed evitasse ulteriori grane per l’Ente, il quale, se non erro già versa in situazioni di cassa comatose e di dissesto”, dice in una nota stampa l’avv. Galluccio.

Alla già grave situazione di dissesto per il Comune di Caserta, si aggiunge, ques’altra grana di circa un milione di euro. Infatti i dipendenti che si rivolsero per il tramite della Cisl Fp di Caserta all’Avv. Paolo Galluccio sono un numero maggiore di 100 che moltiplicati gli importi costringerà l’Ente ad un esborso notevole. Per i lavoratori, ora, inizia un percorso arduo per recuperare le somme dovute considerata la situazione di difficoltà del Comune di Caserta.

Altra tegola cade sull’Amministrazione Comunale, la quale, peraltro è in scadenza di mandato.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 76367 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!