Asi Avellino, Ciampi: “Un ente sordo”

“Con grande sorpresa, i colleghi della maggioranza in Consiglio regionale si stanno destando dal sonno e cominciano finalmente ad accorgersi di quanto sia rilevante affrontare la questione Asi Avellino. Un tema per il quale da tempo mi sto battendo, dentro e fuori le istituzioni, facendo rete con i sindaci dei Comuni interessati e portandolo all’attenzione delle Commissioni Aree Interne e Attività Produttive. Dal bando per la scelta del direttore generale, alla vendita dell’eliporto a Pianodardine, fino all’inspiegabile caso del mancato accoglimento della domanda di Grottaminarda, comune cardine della Valle Ufita: segnali censurabili per un ente di questa portata. Mi auguro che qualcuno cominci a sostenere le mie battaglie anche in Consiglio regionale”. Lo dichiara il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Vincenzo Ciampi.

“L’Asi ha il dovere di confrontarsi con il territorio – ha proseguito Ciampi – non è un mondo a parte. Per questo continuerò a impegnarmi affinché ci siano più sindaci e rappresentanti territoriali nel consiglio generale. Mi chiedo quanto ancora ci sia da attendere per comprendere che i ritardi di sviluppo vengono anche dagli atti di chi si sente “proprietario” della cosa pubblica, tarpando le ali al territorio e alle imprese”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 72986 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!