Simulavano provenienza veicoli dall’estero immatricolandoli in Italia: blitz PolStrada Campania

Nella mattinata odierna, a conclusione di una articolata attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Avellino, la Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Stradale Campania e Basilicata di Napoli, coadiuvata dalla Sezione di Avellino, ha dato esecuzione all’ordinanza con la quale il G.I.P. presso il Tribunale di Avellino ha applicato la misura coercitiva carceraria nei confronti di un indagato e la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di altri due indagati, poiché tutti ritenuti gravemente indiziati del reato di concorso ne reato di riciclaggio di veicoli.

In particolare, i tre indagati simulavano la provenienza dei veicoli dall’estero, immatricolandoli in Italia attraverso la procedura della falsa nazionalizzazione. Per il compimento delle formalità prescritto nel nostro Paese, venivano prodotti docunienti contraffatti dei veicoli e, allo scopo di occultarne la provenienza delittuosa, veniva alterato il mumero identificativo del telaio mediante abrasione, riproducendo un numero di telaio relativo ad altro veicolo dalle medesime caratteristiche costruttive, regolarmente circolante nel proprio stato di origine.

Nel corso delle indagini emergeva che tale modus operandi aveva riguardato numerosi veicoli che, venduti ad ignari acquirenti in buona fede, veniva reimmessi in circolazione completamente “ripuliti”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 74800 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!