Aversa. D’Angelo ai ‘Moderati’: “Ecco cosa ho proposto in Commissione Affari Generali. Voi invece?”

“Prendo atto della dichiarazione di grande impegno per i prossimi 18 mesi in cui il loro apporto darà nuovo vigore all’esecutivo Golia. Facendo il verso ad un famoso politico di Rignano dico “Sindaco stai sereno”: questi consiglieri sono famosi per la loro coerenza fino al prossimo giro, quando magari avranno un’offerta più vantaggiosa. La storia docet”. Così Eugenia D’Angelo, consigliere comunale PD e presidente della Commissione Affari Generali replica alle sollecitazioni, comparse su un giornale cartaceo, del gruppo “I Moderati” composto da Giovanni Innocenti, Olga Diana e Francesco Sagliocco.

“Ecco un breve resoconto della mia attività amministrativa nei 18 mesi di consiliatura. Come Presidente della I Commissione – Affari Generali ho approntato, sottoposto alla valutazione della I Commissione che ha approvato il “Regolamento per gli Standard Urbanistici” e il “Regolamento disciplinante l’inquinamento acustico”. Mai portati in Consiglio Comunale. Ho approntato anche il “Regolamento per la disciplina della Movida” che porterò martedì 09 marzo all’esame della I Commissione. La I Commissione ha approvato: il “Regolamento per gli artisti di strada” approntato dalla consigliera Dello Iacono; il “Regolamento per la celebrazione dei matrimoni civili” in edifici di pregio storico e/ artistico su proposta del consigliere Oliva; il “Regolamento per il contrasto all’evasione” su proposta dell’ex Assessore agli AA.GG. Fadda. Mai portati in Consiglio Comunale. Ho predisposto, a quattro mani con l’ex assessore, l’Avviso Pubblico e la Convenzione per la istituzione dello Sportello InformaImprese. Istituito e mai partito. Ho proposto la creazione dello Sportello dei Consumatori per dare supporto informativo e legale alle famiglie in difficoltà economica. Non accolta. Ho proposto una revisione completa della ZTL, differenziata sia per gli orari sia per le strade, e un tavolo di concertazione con rappresentanti dei residenti e dei commercianti. Non accolta. Insieme ad altri consiglieri, abbiamo proposto l’istituzione di navette elettriche che potessero supportare la mobilità nelle zone della ZTL. Non accolta. Abbiamo proposto l’abbattimento della caserma dei VV.FF. e la creazione di un parcheggio a consumo di suolo zero a ridosso della zona di San Domenico. Rimasto lettera morta. Ho proposto, nelle more della riapertura dell’attuale MOF, un tavolo di concertazione con gli operatori del Mercato Ortofrutticolo al fine di creare un Consorzio per la gestione dei costi connessi alla struttura e per l’individuazione di un’area più facilmente raggiungibile e meno congestionata: per chi comprende i tempi amministrativi, su tale tema partire subito era necessario per avere una soluzione nel medio periodo; per un accordo transattivo circa i canoni inevasi, accordo preventivamente da sottoporre al vaglio della Sezione di Controllo della Corte dei Conti. Non accolte. Abbiamo dedicato alcune sedute della I Commissione, con l’audizione degli assessori competenti, per esaminare le motivazioni delle lungaggini dei lavori del MOF che da 70 gg sono arrivati, inspiegabilmente, ad un anno dall’affidamento senza che, ad oggi, il MOF sia riaperto. Ho proposto quale Presidente della I Commissione, competente al contenzioso, un “Ufficio Centralizzato per l’istruttoria, la richiesta di approvazione e la liquidazione dei debiti fuori bilancio” con annesso un “Registro Unico Cronologico per la liquidazione dei debiti fuori bilancio”. Accolta ma mai realizzato. La I Commissione ha inoltre proposto: durante il lockdown il servizio della spesa a domicilio con la creazione di un elenco di esercizi convenzionati e con una mail dedicata. Il Sindaco pensò bene di cambiare la mail, all’ultimo momento, senza avvisare la commissione competente e proponente. La creazione, durante il periodo natalizio, di negozi temporanei nei locali sfitti del centro storico, con una sorta di patrocinio morale del Comune di Aversa, al fine di accendere i riflettori sulla condizione del centro storico della città e di avviare un’azione di recupero e di rivitalizzazione. Come componente della Commissione Bilancio ho proposto: 1. una specifica modulistica da adottare per l’istruttoria dei debiti fuori bilancio perché, oggi, non ci sono schemi predefiniti ed univoci adottati dall’Ente: non accolta; 2. uno schema di determina dirigenziale per il riaccertamento dei residui attivi e passivi asseverata ai sensi dell’art. 147 bis del TUEL perché ad oggi il riaccertamento dei residui attivi e passivi dell’Ente non avviene tramite una determina dirigenziale: non accolta; 3. l’adozione di un piano di riequilibrio finanziario pluriennale ai sensi dell’art. 243 bis del TUEL per un risanamento dei conti del Comune: non accolta. 4. Un riaccertamento straordinario dei residui attivi e passivi, anche con un team di consulenti esterni, per definire lo stato finanziario dell’Ente prima della stesura del Rendiconto 2019 e del Preventivo 2020: non accolta. Per l’esame dei Regolamenti approvati dalla I Commissione sto predisponendo una proposta di Delibera di Consiglio Comunale, vista l’assoluta inattività della Commissione Statuto presieduta dal Sindaco. Ora, per carità, potrà essere anche poco ma vorrei conoscere quali sono le proposte avanzate dal consigliere Giovanni Innocenti? Dalla consigliera Olga Diana? E dal consigliere Francesco Sagliocco?”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 72495 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!