Biodigestore in zona Asi, Fattore: “Qualcuno ha già dimenticato il caso EcoTransider. Vogliamo ripetere gli stessi errori?”

“Ci scheriamo apertamente contro la realizzazione di un biodigestore nella zona Asi, il complesso industriale sul territorio di Gricignano, ma a ridosso fra Teverola e Carinaro”. Così in una nota Alfonso Fattore, assessore alle politiche ambientali dell’amministrazione comunale di Teverola guidata dal sindaco Barbato.

“Il 3 novembre è arrivata al Comune una nota dalla Regione Campania in riferimento alla realizzazione di un biodigestore in zona Asi, sul territorio di competenza nel comune di Gricignano.  L’azienda è Ambyenta Campania che, come descritto dalla nota, andrebbe a trattare il “F.O.R.S.U” : frazione organica. Abbiamo, nonostante le difficoltà dovute alla pandemia (e ai dipendenti in isolamento) inviato, come comune, le osservazioni. Precisiamo, al netto anche di qualcosa che – velocemente – ho letto da alcuni conoscenti: le osservazione le fanno i tecnici. Capiamo che la politica è sempre il massimo dei mali, ma più che dare gli indirizzi, di certo – anche per le mie incompetenze tecniche su determinate questioni – non posso sostituirmi a loro. A tal proposito, abbiamo approvato in Giunta la delibera n. 121 del 20 Novembre 2020 dalla quale si evince il lapalissiano volere di questa amministrazione: innanzitutto e con fermezza, 1) il diritto alla salute dei cittadini di Teverola; 2) garantire il rispetto della tutela dell’ambiente in un territorio ricompreso tra quelli della cd. Terra dei Fuochi; Ringrazio, a tal proposito, anche l’Ing. Enzo Fumo per il suo prezioso e disinteressato supporto tecnico. Ritornando alla questione, è inutile sottolineare che, eventuali e grossi disagi, sarebbero patiti anche dalla nostra comunità. Un biodigestore che andrebbe a produrre circa 100mila tonnellate di frazione umida (si pensi che Teverola, nel 2019, di frazione organica, ha prodotto 2 mila tonnellate). Qualcuno, ai piani alti, forse ha la memoria corta e ha già dimenticato il dramma che abbiamo dovuto patire a causa dell’Eco Transider. E’ possibile che, a pochi anni di distanza, si vogliano ripetere gli stessi errori? Noi, intanto, anche in sinergia con i comuni limitrofi, che ringrazio (Marino, Caiazzo e Riccio, rispettivamente Carinaro, Gricignano e Marcianise), siamo pronti a fare le barricate. Tutte le amministrazioni locali coinvolte sono per l’opposizione. E ci opporremo con tutte le forze. Tra l’altro si è espresso anche il Consorzio ASI rispetto a tale questione: non ha deliberato alcuna assegnazione dei terreni alla Società Ambyenta. I sindaci dei rispettivi comuni hanno, intanto, richiesto audizioni alla Regione Campania. Nel frattempo, la settimana scorsa, e precisamente il 22 Novembre, ho invitato e informato tutte le associazioni del territorio. Ci siamo confrontati (da remoto), assieme al Sindaco e altri amministratori, redigendo anche un verbale. Li ringrazio per il supporto prezioso. Il nostro obiettivo è fare rete, tutti, per batterci uniti contro questa possibile decisione. Non c’è colore (anche politico) che tenga”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 69111 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: