Aversa. Caos all’Asl per i tamponi

Problemi all’ASL di Aversa per effettuare il tampone. A denunciare la cosa, il consigliere comunale M5S Aversa Roberto Romano sollecitato dai cittadini.

Mi sono recato stamattina presso l’Asl di Aversa dopo essere stato contattato dai cittadini. Arrivato sul posto ho potuto constatare di persona che in quel momento non si stavano rispettando le nome anti-covid. Fila interminabile, distanza non rispettata, procedure lente dovute anche ai pc non funzionanti. E’ una vergogna assoluta!”.

“Un’organizzazione poco efficiente da parte dell’Asl – sottolinea il consigliere 5stelle -. Ho sempre espresso solidarietà ai medici per il grande lavoro svolto in questa fase dell’emergenza, il problema non solo loro bensì l’intero sistema organizzativo. Situazione davvero assurda. Si sono trovate tante persone con i familiari positivi al tampone per sottoporsi anche loro al test, ma venivano trattati come persone in fila ad un ufficio postale, in barba alle più elementari regole del protocollo. La privacy veniva violata più volte e loro erano costretti a fare un percorso a dir poco mortificante”.

“Ho chiesto chiarimenti ai responsabili dell’ASL Aversa ma hanno agito nella maniera più subdola, chiamando i Carabinieri per farmi allontanare dalla struttura. Andrò avanti fino a quando le forze me lo consentiranno, ho bisogno dell’aiuto di tutti, soprattutto di coloro che stamattina hanno assistito alla mia discussione con il responsabile della fase COVID-19 che ha minacciato di chiamare i carabinieri facendomi allontanare dagli uffici. Alla luce di ciò mi chiedo se dobbiamo subire tutto questo inermi, in mano a persone che non sono competenti, basta dire solo che chi ha responsabilità molte volte non ha i requisiti“.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 66881 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: