(VIDEO) Covid-19. Chiusura discoteche, Tommy Vee: “Decreto? Lo trovo veramente aberrante”

“Come sapete, con buona pace e molta gioia dei leoni da tastiera e dei detrattori della nightlife, capro espiatorio di tutti i mali del mondo, da oggi la movida viene cancellata e fermata. Io non voglio entrare nel merito della questione ‘locali aperti’ ‘locali chius’, probabilmente dovevamo stare chiusi fin dall’inizio ma probabilmente anche il nostro Stato doveva fare delle scelte diverse di natura economica cioè tenere chiusi locali e aiutare i gestori, cose che in altri paesi hanno fatto da noi non è stato nemmeno neanche immaginato e proposto”. Così Tommy Vee, disc jockey e produttore discografico italiano.

“Ma aldilà di questo io voglio puntare l’attenzione sul giudizio morale che da il decreto agli assembramenti cioè non c’è nessuna giustificazione di natura scientifica che spieghi perché alla mattina ci si può assembrare in luoghi pubblici senza mascherina ma dalle 6 in poi non si può: e quindi questo è un problema etico-morale cioè viene giudicato l’assembramento mattutino non scientificamente ma moralmente più lecito di quello serale e questo lo trovo assolutamente ridicolo, penalizzante solo ad una serie di categorie, perché i mercati anche se ci sono al giorno piuttosto che altre attività, che per me va benissimo che ci sono è giusto che ci siano, li si possono fare assembramenti o assembramenti di natura sociale finalizzati dello stare assieme al condividere cioè ma viene massacrata specificatamente una categoria, sociale ed economica e questo lo trovo veramente aberrante”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 65580 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: