Aversa. L’ex Manicomio diventerà la Cittadella della Salute

Approvato nella giornata di ieri alla Camera dei Deputati l’emendamento a firma dei deputati M5S Nicola Grimaldi – Marianna Iorio sul recupero ex strutture manicomiali dismesse nell’approvazione del Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022.

L’articolo 32-sexies, introdotto nel corso dell’esame alla Camera, istituisce un Fondo per la ristrutturazione e la riqualificazione energetica delle strutture degli ex ospedali psichiatrici dismesse per effetto della legge 13 maggio 1979, n. 180 (c.d. legge Basaglia); tra le strutture dismesse nell’anno 1999 in applicazione della legge Basaglia troviamo, in particolare, il primo manicomio d’Italia, la Real casa de’ matti di Aversa, fondata da Gioacchino Murat nel 1813: all’epoca una vera e propria eccellenza nella cura delle malattie mentali e un esempio, nell’ambito della psichiatria europea, di terapie alternative alla costrizione e alla reclusione dei malati.

Il recupero e la nuova destinazione della struttura, che si estende per 170 mila metri quadrati e che diventerà la Cittadella della Salute, è un progetto di grande rilievo con un costo elevato (circa 147 milioni di euro per una parte della struttura ex psichiatrica); occorre infatti tener conto che il complesso, che nel 1420 portava il nome di Pazzerìa mutuato nel 1813 in Real Casa de Matti, è composto da estese aree verdi e da sei padiglioni con varie destinazioni per la cura dei pazienti, interamente sottoposte al vincolo dei beni culturali in considerazione del valore storico, artistico e culturale.

Il citato Fondo è istituito nello stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze con uno stanziamento di 2 milioni di euro per ciascun anno dal 2020 al 2029; la disposizione approvata specifica che gli interventi dovranno essere realizzati nel pieno rispetto del carattere storico, artistico, culturale ed etnoantropologico di tali strutture, impegna il Governo a valutare l’opportunità di adottare ulteriori iniziative normative volte a integrare la dotazione del Fondo in premessa con congrue risorse per la realizzazione di questo intervento, in considerazione del grande rilievo socio-sanitario del progetto.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 66978 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: