Aversa. Spino a Scuotri e Golia: “Pride? Sono altre le priorità della città”

Da ‘Io ci credo’ a ‘Io ci credevo’. E’ bastata un’iniziativa personale del neo consigliere comunale Mariano Scuotri per ribaltare l’imperativo elettorale del suo sindaco Alfonso Golia. L’annuncio del Pride Aversa 2020, ad oggi, non è una scelta condivisa con il gruppo di maggioranza, tant’è che il primo cittadino Alfonso Golia è rimasto ‘spiazzato’ dinanzi a chi gli chiedeva informazioni su tale manifestazione. A circa 15 giorni dalla vittoria al secondo turno, la coalizione civica a trazione PD ha già dimenticato gli annunci fatti in campagna elettorale riassunti nel lemma ‘cambiare la città’. Evidentemente conviene di più pubblicizzare il Pride che concentrarsi sui veri problemi che affliggono Aversa: ZTL, traffico, verde pubblico, sicurezza. E loro a cosa pensano? Ad una manifestazione – macchinazione mediatica volta a supportare i deliri mondialisti di una sinistra al capolinea“. È quanto dichiara Antonio Spino, coordinatore di Forza Nuova Agro Aversano.

http://www.larampa.it/2019/06/24/aversa-pride-scuotri-replica-a-spino/

Ci sembra d’obbligo una replica al nuovo enfant prodige della politica aversana, il consigliere Scuotri, un fighettino che chissà per quale grazia divina si ritrova a fare il consigliere pur non avendo alcuna idea concreta di ciò che possa dare alla comunità. Comunità che lo ha ‘scaricato’ e ‘sconfessato’ sul Pride. Scuotri – sottolinea Spino – ci chiarisca pubblicamente cosa c’entra il Pride con le annose questioni che affliggono Aversa, problemi come insufficienza di parcheggi, viabilità, vivibilità, inciviltà e movida fuori controllo. Scuotri vede in che condizioni versa la sua città? O fin dall’inizio il suo scopo era quello di salire negli scranni di Piazza Municipio per fare altro? Ci spieghi inoltre il nesso logico tra l’adesione al Pride e la lotta contro favoritismi e raccomandazioni, formula evocata nel suo precedente comunicato. A noi da l’idea, e la sua prima uscita ne è la riprova, che il caro neo consigliere sia l’ennesimo giovanotto privo di pensiero, di visione, proprio come il partito che rappresenta, ormai ancorato a futili e innaturali battaglie su presunti diritti che non trovano riscontro nella natura umana, esempio di una generazione che non ha nulla da dire“.

http://www.larampa.it/2019/06/22/anche-aversa-avra-il-suo-pride/

Come può un consigliere comunale – conclude il coordinatore normanno –, quindi una figura istituzionale seppur locale, offendere tutti i cittadini della Provincia di Caserta definendoli di mentalità “gretta e provincialotta”. Levate a questo fighettino il Gay pride e scempiaggini varie e vedrete che non avrà nulla da dire, nessuna idea sui problemi che attanagliano le nostre comunità, dal lavoro allo stato sociale. Ti staremo addosso 5 anni, caro consigliere, benvenuto in politica. Hai voluto la bicicletta? Adesso pedala!“.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 92205 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!