Verona. Apre la Casa dei Patrioti: Solidarietà Nazionale, Associazione Evita Peron e Sinlai nei quartieri difficili

Ha aperto a Verona, nel quartiere di Veronetta, la “Casa dei Patrioti”, punto di riferimento degli italiani che non si rassegnano al degrado imperante.
Protagoniste dell’inaugurazione le Associazioni Satellite di Forza Nuova, che hanno tenuto a battesimo l’iniziativa.

Ad aprire l’evento Pietro Amedeo, segretario provinciale di FN Verona, che ha così introdotto: “La nostra presenza a Veronetta vuole dimostrare che non ci sono quartieri di esclusivo appannaggio di una data fazione politica. Questa zona è divenuta una vera e propria cloaca sociale, dove degrado, spaccio, criminalità e clandestini imperano. Da oggi, con Evita Peron, Solidarietà Nazionale ed il SINLAI, gli italiani potranno contare su di un supporto concreto per tutte le problematiche più stringenti.

A fargli eco Luca Castellini, coordinatore del nord Italia per Forza Nuova: “Questa non è meramente una sede politica, ma una testimonianza fattiva dell’impegno volontario di tante associazioni che si battono quotidianamente per la difesa degli italiani in difficoltà, oggi pesantemente discriminati dalle istituzioni”.

Poi è stata la volta di Francesca Barbierato, in rappresentanza dell’associazione femminile Evita Peron: “In questo particolare momento storico, in cui la donna, più di chiunque altro, é afflitta dagli affanni e dalle sfide della quotidianità, EP si erge in difesa della figura femminile; per riaffermare, in chiave moderna, il ruolo tradizionale della donna come madre, moglie e punto di riferimento per l’intera società”.

Quindi ha preso la parola Matteo Vivona, responsabile di Solidarietà Nazionale: “Le Istituzioni hanno abbandonato le famiglie a sé stesse, tanto che milioni di italiani oggi versano in povertà assoluta. In questo senso va intesa l’iniziativa di Veronetta: un altro punto di aiuto e supporto per i bisognosi, tanto più in un quartiere periferico e degradato, dove gli immigrati stanno progressivamente soppiantando la popolazione italiana”.

Infine Valerio Arenare, segretario nazionale del SINLAI, ha rimarcato il ruolo fondamentale del Sindacalismo: “Mentre tutte le principali sigle sindacali tutelano esclusivamente immigrati e omosessuali, noi, in controtendenza, difendiamo i diritti dei lavoratori italiani. Gli antifascisti lo sanno bene, per questo protestano; hanno paura di perdere la preziosa fonte di lucro derivante dal business dell’immigrazione clandestina, e che gli italiani si accorgano definitivamente chi realmente tutela il loro lavoro. Il Sindacalismo Rivoluzionario, oggi, vuol dire difendere i lavoratori dalla sterminata massa di manodopera non qualificata ed a basso costo proveniente dall’Africa, e dagli abusi delle multinazionali che dettano inumani condizioni di lavoro. Pertanto, oggi il SINLAI, anche a Verona, diventa l’unico baluardo di difesa dei lavoratori italiani e dei loro diritti”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 92046 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!