(VIDEO) Aversa. Raccolta non ‘differenziata’ in via Saporito, De Angelis chiede spiegazioni alla Senesi

Pugno duro per la raccolta ‘non’ differenziata da parte della Senesi, ditta incaricata alla raccolta rifiuti nella città normanna. Il Sindaco De Cristofaro e l’assessore all’ambiente De Angelis hanno avviato un controllo per il miscuglio di rifiuti avvenuto stamattina in via F. Saporito, zona UNRRA-Casas. Sotto gli occhi indignati dei residenti, gli operatori della Senesi hanno raccolto palesemente multimateriale e vetro nonostante oggi fosse il giorno di raccolta per l’indifferenziato e il vetro.

“La Senesi ci deve una spiegazione per quanto riguarda via Saporito. Ho immediatamente convocato il coordinatore perché delle varie tra le varie questioni di cui dobbiamo parlare, c’è da discutere anche di una serie di inadempienze. Ci tengo a precisare che le inadempienze che sono state attribuite alla Senesi, hanno portato a decurtazioni di oltre €900.000 soltanto dal mese di gennaio al mese di luglio 2018 per cui noi tutto quello che la Senesi non fa o fa male, viene decurtato. Stessa cosa anche per via Amendola dove non è stato prelevato l’indifferenziato, una zona di forte densità abitativa di conseguenza, basta un giro mancato per fare una discarica. Il dirigente ha emesso in essere tutte le contravvenzioni e le sanzioni per la Senesi”.

“Ovviamente il mio lavoro di controllo continua incessantemente. Stamattina sono andata prima a Cappuccini poi all’isola ecologica Perugia. Ho proposto già in Commissione Ambiente un miglioramento e ottimizzazione per il cambio del calendario di raccolta che ritengo debba praticamente prevedere la rimozione di un solo rifiuto al giorno perché in questo modo facendo un solo rifiuto al giorno non c’è la possibilità di mischiare sia da parte della ditta sia da parte dei cittadini. In questo modo noi eliminiamo il problema all’origine. Nel cambio del canale di raccolta che peraltro già stiamo avviando ho anche praticamente chiesto di ridurre l’indifferenziato una sola volta alla settimana perché la gente deve necessariamente differenziare. Addirittura ci siamo resi conto che ci sono alcune attività che aspettano di conferire soltanto il martedì e il venerdì perché sono i giorni dell’indifferenziata e questo non ci fa bene perché come dire aumenta la produzione del rifiuto e non andiamo ad abbattere quello che invece il problema principale ovvero la eccessiva e smodata prodotto indifferenziato che noi oggi abbiamo”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 89345 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!