Boscoreale. Famiglia tradizionale, Ronghi: “Alleanza politica e sociale per sostenerla”

“E’ ora che la famiglia, l’unica famiglia esistente per noi cattolici, ovvero quella basata sul matrimonio tra uomo e donna, torni al centro dell’attenzione di politiche volte a sostenerla, come baluardo sociale dell’Italia e particolarmente del Sud”. E’ quanto ha affermato il Segretario Federale di “Sud Protagonista”, Salvatore Ronghi, intervenendo, oggi, nell’Aula consiliare del Comune di Boscoreale, al convegno, organizzato da Vincenzo Riccio, promosso dai “Giuristi per la Vita”, presieduto da Gianfranco Amato.
“Anche nella condizione della famiglia, il divario tra Nord e Sud e’ notevole, con le famiglie del Sud, colpite da disoccupazione e povertà e costrette a fare ricorso ai privati per servizi essenziali, come gli asili nido, che, nel Mezzogiorno, e donne costrette a lasciare il lavoro, a causa della mancanza di strumenti di conciliazione con la maternità, andando ad incrementare la già pesante disoccupazione femminile” – ha sottolineato Ronghi, che ha aggiunto: “oggi nasce una forte sinergia politica e sociale per difendere la famiglia e sostenere la natalità, con misure concrete, come il quoziente familiare e il potenziamento degli asili nido. Occorre una politica chiara che abbandoni gli intenti assistenzialistici e punti fortemente sul lavoro, vero pilastro della società e della stessa famiglia”.
Nel suo intervento, Amato ha sottolineato che “la famiglia e’ il baluardo della società, occorre investire su di essa e contrastare le derive morali e sociali che la stanno travolgendo, come  le unioni omosessuali e l’utero in affitto – ha detto Amato – per il quale  “dobbiamo ricostruire l’identità cristiana a partire da una sinergia tra opere e politica”.
Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 92296 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!