Maddaloni. Mastropietro: “Bersaglio di critiche per aver tentato di tenere unito gruppo FI”

“A meno di 24 ore dal primo Consiglio comunale di questa nuova Amministrazione si è reso necessario un mio intervento pubblico nel dibattito accesosi all’interno di Forza Italia. Ad oggi, dopo l’immane sforzo profuso prima, durante e dopo la campagna elettorale, mi ritrovo ad essere il primo dei non eletti grazie alle 190 preferenze conquistate con il supporto di un gruppo di amici che da anni condivide con me le battaglie per la nostra città. Ciò, se da un lato rappresenta un risultato più che lusinghiero, dall’altro, mi ha letteralmente scaraventato nel dibattito, scarso in verità, interno al nostro partito”. Lo dichiara Vincenzo Mastropietro, membro di Forza Italia Maddaloni, candidato alle scorse elezioni amministrative in Forza Italia e primo dei non eletti con 190 preferenze.

“A 40 giorni dalle elezioni che hanno sancito la vittoria del nostro candidato a Sindaco Andrea De Filippo, ho avuto modo di registrare una forte e costante fibrillazione che rischia di travolgere in pieno il gruppo unito e compatto che ci ha permesso di conquistare, con 1181 preferenze, due seggi in Consiglio comunale. Tali fibrillazioni si sarebbero potute evitare impostando, fin dall’inizio, un discorso di squadra chiaro e, soprattutto, condiviso in virtù del gioco di squadra che vi è stato alla base della creazione della nostra lista e che ha sempre contraddistinto il mio modo di agire. Ad oggi, nonostante tutto ciò, mi ritrovo immeritatamente ad essere bersaglio di forti critiche e di vili supposizioni solo per aver tentato di tenere unito un gruppo che, per errori non miei, ha visto fughe in avanti tanto dannose quanto evitabili. Ho sempre agito nel rispetto del partito di cui mi onoro di far parte e delle persone che lo rappresentano e sempre d’accordo con esse benché in alcuni momenti abbia chiesto, io per primo, una maggiore condivisione di intenti. A tal proposito, ho sempre avuto risposte positive benché poi non si siano tramutate in atti concreti. Con ciò, condividendo a pieno le decisioni e l’indirizzo politico dei nostri vertici di partito, chiedo che vi sia una maggiore condivisione delle scelte da porre in essere nel corso dell’Amministrazione e che vi sia una maggiore obiettività nell’etichettare l’operato di una persona, che mette cuore e anima a disposizione della propria città, prima ancora che del partito del quale fa parte”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 90439 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!