Disabilità in Campania, Adamo: “Occorrono più fatti e meno parole”

“Nelle ultime settimane, risulta notevole, l’attenzione rivolta verso un tema delicato e complesso come la disabilità attraverso una figura che sia garante dell’istituzione della normativa. Apprendo tale attenzione verso il seguente tema con estremo piacere perché simbolo del fatto che si inizi a dar voce a chi non ne ha”. Lo dichiara Anna Adamo, Garante Provinciale per la Disabilità CAD.
“Ho personalmente avuto modo, nelle scorse settimane, di incontrare il Garante per Disabili della Regione Campania Giuseppe Bove, il quale spero possa far si che le persone con disabilità, spesso considerate ultime, non siano più ritenute tali lanciando quindi segnale positivo, di cambiamento, proprio dalla Campania. Nei giorni che verranno sarà mia premura, in qualità di Garante Provinciale per la disabilità del CAD (Centro Ascolto del Disagio), collaborare con gli enti locali avendo preso consapevolezza di quanto sia disagiante il taglio alle politiche sociali  verificatosi in questo momento storico. Abbiamo il diritto ma soprattutto il dovere di tutelare le fasce deboli della popolazione conferendo loro una vita degna di essere vissuta. Dar vita ad una società in cui disabili e normodotati abbiano le stesse opportunità, è possibile, ma solo se si collabora. Non è più tempo di “parole”, occorre accompagnare queste ultime con fatti concreti, volti a fornire il giusto aiuto a chi ne ha bisogno”.
Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 93575 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!