Sant’Arpino. Piano Riequilibrio Finanziario, Dell’Aversana: “Dal Viminale, apprezzato nostro sforzo”

“Proficuo e costruttivo lo scambio di idee e di notizie sullo stato delle nostre finanze, un approfondimento fatto in modo professionale con carte alla mano discutendo dei tanti quesiti che tenevamo in sospeso”. E’ il commento di Giuseppe Dell’Aversana, sindaco di Sant’Arpino, a margine dell’incontro tenutosi quest’oggi a Roma al Viminale, Ufficio centrale della Finanza Locale -Dipartimento per gli affari interni e territoriali presso il Ministero degli interni al Viminale

“Ci hanno comunicato che il nostro Piano di Riequilibrio è stato redatto in maniera conforme alle norme, il Viminale deve curare l’istruttoria e toccherà poi alla Corte dei Conti la decisione finale. Abbiamo dato le spiegazioni richieste, abbiamo posto diverse domande, ci siamo confrontati su possibili esiti futuri, ci hanno chiesto contezza dei tagli di sprechi fatti ed abbiamo ricevuto il plauso per la scelta compiuta ed un incoraggiamento a continuare su questa strada del risanamento. Abbiamo affrontato il tema dei debiti fuori bilancio, ci siamo confrontati sul mutuo trentennale dei 15 milioni di euro del D.L. 35 che pesano come un macigno, abbiamo discusso del valore degli espropri e sulla necessità di tenere sotto controllo i contenziosi e l’anticipazione di cassa del tesoriere.

“I dirigenti romani hanno apprezzato il nostro coraggio di amministratori poiché abbiamo fornito notizie certe rendendosi conto del “mostro“ che stiamo affrontando aprendoci la porta della speranza e di poter avere probabilmente una dilazione a venti anni del piano. Hanno apprezzato le modalità di costituzione della massa attiva che serve a pagare i debiti spingendoci a dare delle date certe per le vendite immobiliari previste in funzione delle entrate”.

“Da parte loro è stato sottolineato con rammarico le grandi difficoltà di liquidità che abbiamo, invitandoci ad una lotta ancora più serrata all’evasione tributaria che, a loro giudizio, rimane il cancro che ha aggravato pesantemente nel corso degli anni il deficit comunale. Ci hanno anche chiesto chiarimenti circa la volontà di accedere ad un mutuo ad hoc (fondo di rotazione) per comuni in Pre-Dissesto per avere liquidità immediata. Una mattinata romana molto proficua. Dopo un lungo confronto e dopo nostra forte sollecitazione ci siamo lasciati con la promessa che prima dell’arrivo dell’estate completeranno l’istruttoria del piano dandoci comunicazione scritta su quanto deciso. Soddisfatti di aver fatto l’interesse del comune che con mille sacrifici amministriamo”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 92204 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!