Falciano del Massico. Cantiere rifiuti, l’USB a difesa dei lavoratori

I lavoratori della Consorzio CITE di Falciano del Massico sono ad oggi esasperati e delusi dalla mancanza di risposte, alla loro legittima richiesta delle tre retribuzioni arretrate, come se lavorare fosse un hobby e gli incarichi di servizio, delle passioni da seguire nel tempo libero. Per queste ragioni – afferma la nota dell’USB, i lavoratori si sono rivolti alla Federazione Provinciale, chiedendo le spettanze arretrate, il riconoscimento della pienezza dei propri diritti patrimoniali e sindacali, dignità e sensibilizzazione della cittadinanza. Ed infatti, ad oggi tale situazione è ormai a conoscenza di tutti: eppure stranamente ignorata da tutti.

L’USB Lavoro Privato chiede che la CITE, l’Amministrazione Comunale e le forze politiche sinceramente democratiche di Falciano del Massico, intervengano e mettano fine all’esasperazione dei dipendenti e ridare loro la certezza del pagamento del proprio lavoro. Una vertenza importante perché – sottolinea il sindacato – mette in luce l’intricata rete d’affari che prospera nel mondo degli appalti e delle esternalizzazioni dei servizi pubblici. Una battaglia sindacale che USB Lavoro Privato sta portando fortemente avanti per i diritti e la dignità dei lavoratori e delle loro famiglie che ne pagano materialmente tutti i disagi scaturiti da tale situazione.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 95725 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!