Cesa. Guida: “Guardiano al 2018 con ottimismo e speranza. Tanti progetti in cantiere”

Un bilancio, quello del sindaco di Cesa Enzo Guida, che chiude un 2017 “complicato, per certi versi difficile (vedi il cambio di giunta) ma che guarda al 2018 con ottimismo e speranza, perché sono molti i progetti in cantiere che dovrebbero trovare la loro realizzazione.

“Partirà il lavoro allargamento di Via Madonna dell’Olio. La Ragioneria del Comune ha già effettuato i versamenti delle indennità di espropri. Stiamo attenendo il via libera della Direzione Regionale del Ministero per il pagamento ai proprietari, dopo di che si parte! Nuovo impianto di pubblica illuminazione. Attendiamo a giorni da parte della Stazione Unica Appaltante la convocazione della seduta di gara per affidare, in maniera definitiva, l’opera. Per cui entro quest’anno saranno avviati i lavori di rifacimento della rete. Nuove assunzioni: con l’inizio dell’anno saranno avviate le procedure per reclutare due nuove unità da inserire in pianta organica. Stiamo lavorando al Puc che dovremmo, entro l’anno, adottare e vogliamo pure mettere mano ad un piano di valorizzazione del centro storico ed al piano colore, per dare decoro a questa zona del paese. Saranno sistemate alcune strade, come Corso Umberto. Sarà avviata l’opera di sezionamento della rete idrica. Sarà completata la progettazione della nuova rete fognaria in via Fasci siciliani includendo anche via Marini, per il superamento del problema allagamenti e dunque sbloccare il finanziamento di circa 2 milioni e 400 euro concesso dalla Regione Campania. Partirà il nuovo nucleo di protezione civile junior. Più cultura, più promozione del territorio, con accordi di collaborazione con la Reggia di Caserta ed il dipartimento di geologia dell’Università di Ingegneria con sede di Aversa. Ancora più attenzione alle fasce deboli. Col 2018 continuerà il banco alimentare. Daremo vigore alle attività della Consulta Comunale dei Disabili. Il 2018 dovrà essere anche l’anno in cui punteremo a guidare un processo di rinnovamento delle politiche in materia di servizi sociali, cercando di attuare una nuova forma di organizzazione a livello intercomunale. Stiamo pensando alla realizzazione di un asilo nido, verificando la sussistenza delle condizioni. Nel nostro piccolo abbiamo dato sostegno anche i disoccupati, impiegati presso gli uffici comunali, dapprima con i LOA, mentre tra breve, con gli APU, prenderanno servizio più di 20 disoccupati, da utilizzare in manutenzione, presso gli uffici, le scuole. In materia di ambiente, dal 15 gennaio avremo una nuova modalità di raccolta dei rifiuti, tesa a ridurre ad un giorno il prelievo dell’indifferenziato, di modo che, un po’ tutti, saremo “costretti” fare la differenziata e non depositare i rifiuti due volte a settimana mischiando tutti. Vogliamo sperimentare anche la pratica del compostaggio domestico, che consentirà, alle famiglie che la eseguiranno correttamente, di avere un risparmio in fattura. Ripartirà a breve la raccolta degli oli esausti e la Casa dell’acqua, che tanto successo sta avendo, sarà affiancata da un Ecocompattatore per conferire plastica e alluminio, ricevendo in cambio delle premialità. Pensiamo ad una nuova casa dell’acqua da allocare sul territorio. Abbiamo approvato un progetto per la realizzazione, nella parte nuova del cimitero, della copertura, un’opera che dovrebbe trovare finanziamento con il prossimo bilancio di previsione. Il mio augurio è che Cesa ed i Cesani sappiano rispolverare il senso di appartenenza e di amore per la propria città, contribuire a migliorarla, giorno dopo giorno. Auguri”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 72498 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!