Barcellona. Attentato Rambla, si teme per un italiano

Si teme per la vita di un italiano dopo l’attentato che ha colpito Barcellona: si tratta di Bruno Gulotta, residente a Legnano, in Lombardia, che era in vacanza nella città catalana con la moglie e i figli. Gulotta, 35 anni, al momento dell’attacco si trovava sulla Rambla e sarebbe rimasto ucciso dal furgone killer che è piombato sulla folla provocando almeno 13 morti. Al momento tuttavia non ci sono conferme ufficiali della notizia.

‘All’ambasciata italiana in Spagna risulta finora che tre connazionali sono rimasti feriti nell’attentato a Barcellona’. Lo ha detto a ‘6 su Radio 1’ l’ambasciatore a Madrid Stefano Sannino.

La moglie di Bruno Gullotta, a telefono con l’azienda del marito, la Tom’s Hardware Italia, conferma che il marito è morto davanti ai figli. Proprio l’azienda di Legnano, sulla pagina FB, saluta il suo dipendente: “Era un amico, un padre e un collega. Era una delle colonne di Tom’s Hardware, un punto di riferimento per tutti. Ci mancherà tutto di lui. Un grande abbraccio a Martina e ai piccoli”.

Per l’Unità di Crisi della Farnesina, al momeno è impossibile confermare la morte del connazionale. Si attendono comunicazioni ufficiali dalle autorità catalane-spagnole.

(ANSA)

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 93322 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!