Sessa Aurunca. Dismissione Centrale Nucleare Garigliano, Verdi: “Occhi aperti su deposito scorie”

“Siamo soddisfatti che il tavolo della trasparenza per le attività di dismissione della centrale nucleare del Garigliano sia stato riattivato, così come abbiamo chiesto nei tanti sopralluoghi che abbiamo fatto in questi anni anche con una richiesta ufficiale”.
Lo hanno detto i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e il portavoce regionale del Sole che ride, Vincenzo Peretti, garantendo che continueranno “a monitorare i lavori di smantellamento e messa in sicurezza che, ad agosto, prevedono l’avvio della rimozione del camino”.

“Sul nucleare, però, dobbiamo essere consapevoli che nei prossimi anni dovremmo prendere in seria considerazione dove collocare anche in Italia i rifiuti radioattivi prodotti dallo smantellamento degli impianti nucleari, compreso quello del Garigliano, ma anche dalle lavorazioni sanitarie, industriali e di ricerca che, al momento, sono custoditi in depositi temporanei” hanno aggiunto Borrelli e Peretti sottolineando che “solo un deposito nazionale permetterà la sistemazione definitiva dei “nostri rifiuti” con un significativo incremento della sicurezza, ottimizzazione della gestione e l’isolamento dall’ambiente, risolvendo un problema che altrimenti ricadrebbe semplicemente sulle generazioni future”.

“Su un tema così importante serve la massima trasparenza e il coinvolgimento di tutte le parti in causa, senza fughe in avanti e riunioni in stanze chiuse” hanno concluso Borrelli e Peretti per i quali “le varie realtà ambientaliste devono partecipare al processo decisionale”.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 80499 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!