Il freddo fa ammalare più del caldo, motivi e consigli

In genere si pensa che il freddo sia la principale causa d’influenza, infatti risulta il periodo in cui si verifica la proliferazione d’infezioni anche serie. Per la verità però è noto che a temperature molto basse può essere più difficile che i batteri si diffondono, a differenza di quanto avviene in condizioni di caldo e umidità elevate. Questo significa che non è il freddo ad abbassare le nostre difese immunitarie, rendendoci più esposti a malanni e raffreddori, non funzionando correttamente. Quindi, qual è il vero motivo per cui durante il periodo invernale ci si ammala di più? Si tratta di un fenomeno enorme e difficilissimo da gestire, la cosa certa è che esiste una correlazione, se pur apparente, tra il freddo e la diffusione d’infezioni, tipiche del periodo invernale. Alcuni studi però hanno evidenziato che in realtà, è vero il fatto che quando le temperature si abbassano aumenta l’incidenza di raffreddori e malanni. Allo stesso tempo questo fenomeno non può essere imputato al mal funzionamento del sistema immunitario dovuto al freddo.

La verità è molto diversa da quello che si pensa. Non è infatti, il freddo che porta le influenze, il problema che le basse temperature spingono la gente a difendersi dal gelo rifugiandosi in posti chiusi, al caldo, soprattutto molto umidi e spesso affollati. Questi sono poi i veri focolai di germi e batteri. Ad esempio pensate agli uffici e mezzi pubblici, cinema, locali, tutti luoghi in cui si verificano condizioni ideali per la proliferazione e trasmissione di microrganismi generatori di virus e raffreddori. Quindi si può affermare che il vero problema non è il freddo, imputabile dei malanni invernali. Il vero focolare è la tendenza a rifugiarsi in posti caldi, dove risulta più facile che si verifichi il contatto con agenti patogeni tramite goccioline di saliva che si diffondono nell’aria.

L’unico modo per limitare l’influenza invernale è quella di evitare posti troppo chiusi e molto affollati. Inoltre, anche se fa freddo ricordate di arieggiare sempre la vostra abitazione. Sicuramente un’alimentazione sana e seguire basilari regole igieniche è fondamentale in questi casi. Usare anche il climatizzatore quando fuori fa freddo, potrebbe essere un ottimo modo per limitare la proliferazione di batteria. Ad esempio attivando la funzione di deumidificazione oppure semplicemente usare il condizionatore in modalità caldo. Può contribuire a riscaldare, allo stesso tempo tenere l’aria pulita grazie ai filtri a tripla azione che impediscono l’ingresso e il proliferarsi di batteri e microrganismi potenzialmente gravosi.

Sponsor by cr-edilizia

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 90499 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!