Sant’Arpino. Il sindaco Dell’Aversana: “Una svolta per la Multiservizi”

Nel corso dell’ultimo consiglio comunale, tenutosi nella mattinata di martedì 27 dicembre fra gli undici punti previsti all’ordine del giorno ben due riguardavano la multiservizi ecoatellana la società “in house” a capitale interamente pubblico e sulla quale sono puntate le attenzioni di molti cittadini sia per le difficoltà operative della stessa, sia per il carico di debiti pendenti della società, sia per il destino occupazionale dei suoi addetti. Al punto quattro del consiglio vi era l’approvazione del regolamento inerente la disciplina del controllo analogo uno strumento regolatore importantissimo che va a disciplinare le modalità ed i tempi di controllo dei servizi erogati per il comune dalla Multiservizi.

“Davvero inconcepibile- dichiara il sindaco Giuseppe Dell’Aversana- che un’azienda di questa portata non sia stata mai dotata nel corso di questi anni di un regolamento per la disciplina del controllo analogo. Impossibile controllare le innumerevoli attività amministrative e contabili della Multiservizi senza un regolamento ad hoc. Le immense difficoltà in cui si trova tuttora sono dovute anche alla mancanza di un percorso condiviso di regole da rispettare.” Nel regolamento approvato dal consiglio comunale vengono disciplinate il ruolo del sindaco e del consiglio comunale nei confronti dell’azienda ” in house” inoltre vengono dettagliatamente definiti i compiti di vigilanza e controllo da parte dei vari responsabili dei servizi comunali. In particolare appare molto stringente il controllo analogo da parte del responsabile dell’area Ragioneria che svolgerà un controllo economico finanziario attraverso un monitoraggio costante del rispetto dei principi contabili con verifiche periodiche e accesso costante a tutti i conti correnti intestati alla società al fine di verificare la correttezza delle operazioni intervenute. Inoltre nel regolamento approvato dal consiglio comunale, al fine di agevolare l’esercizio del controllo analogo, è scritto che l’amministratore della Multiservizi è obbligato ad inviare con cadenza trimestrale un report al sindaco per fornire puntuali informazioni sul generale andamento della gestione dei singoli servizi affidati e sulla gestione economica dell’azienda. Martedi poi alla fine poi del consiglio comunale, all’undicesimo punto all’ordine del giorno, il sindaco ha dato comunicazione a tutti i consiglieri comunali di aver chiesto ed ottenuto dall’attuale presidente della Multiservizi, il dottor Carfora Pasquale un’analitica e dettagliata relazione composta di oltre tredici pagine e riportante tutti i dati economici e gestionali indispensabili per assumere decisioni in merito al futuro dell’azienda. “Come ho detto a più riprese ed, in diverse sedi, ha dichiarato il sindaco ai consiglieri presenti- la decisone per il futuro della Multiservizi non può essere assunta senza un’analisi precisa e puntuale di tutto quello che accaduto in passato e dello stato dell’arte attuale. Occorrono dati certi per capire cosa è successo finora nel caos totale dei debiti e crediti che si accavallavano con cifre ballerine. In questi sei mesi, abbiamo solo tamponato falle da tutte le parti ora occorre decidere e programmare. Stamani il presidente Carfora nella sua piena autonomia ed alla luce della sua esperienza ha presentato una esaustiva relazione che consegno a tutti i consiglieri e a tutte le forze politiche poiché è nostro compito decidere con dati alla mano.” L’amministrazione comunale a guida Dell’Aversana ha dunque affrontato di petto lo spinoso problema della Multiserviizi e dopo soltanto sei mesi ha tracciato un solco preciso con il passato per consentire di decidere, con dati scientifici in mano, la sorte di un’azienda che ha fatto tanto discutere in questo paese.

Print Friendly, PDF & Email

Redazione

Per info e comunicati: redazione@larampa.it | larampa@live.it

admin has 89238 posts and counting.See all posts by admin

error: Contenuto Protetto!